BUCAREST

Caldana è il tour operator specializzato in viaggi guidati in pullman nonché nelle combinazioni volo più bus in Italia e tutta l'Europa.



INFO DESTINAZIONE


Nonostante i segni del passato regime comunista siano ancora visibili nei quartieri popolari e nei monumenti autocelebrativi del sistema, Bucarest conserva ancora l’aspetto di bella capitale europea nei suoi quartieri Ottocenteschi di stampo francese che fecero meritare alla capitale il titolo di “Parigi dell’Est”.

Con una popolazione di due milioni di abitanti, Bucarest è la più grande e la più importante città della Romania, situata tra le rive del fiume Danubio e l’estremità meridionale dei monti Carpazi. Una leggenda narra che il fondatore della città fu un pastore d'origine albanese chiamato Bucur, mentre il primo documento in cui compare il nome di Bucarest risale al 1459 e venne emanato dal principe Vlad Tepes, più conosciuto come il Conte Dracula. Grazie alla ricchezza della sua cultura, nata dal matrimonio delle influenze dell’Oriente con quelle dell’Occidente e visibile nelle gallerie, nei musei e nei teatri, come pure grazie alla vita notturna, che vibra nei club, nelle discoteche e nei Casinò, Bucarest non ha nulla da invidiare alle altre capitali europee. Città dei paradossi e dei contrasti, Bucarest è il risultato miracoloso di un’architettura eclettica. Negli anni Trenta i grandi viali alberati e l’architettura ‘’fin de siècle’’ hanno conferito alla capitale romena il sopranome di ‘’Piccola Parigi‘’. Il paragone è accresciuto dall’esistenza di un grande viale, il Soseaua Kiseleff, un po’ più grande degli Champs Eliseès parigini in mezzo a cui si trova una copia fedele dell’Arco di Trionfo di Parigi. La fine della Seconda Guerra Mondiale ha significato per la Romania l’instaurazione del regime comunista che ha portato con sé la fine della vita cosmopolita di Bucarest. I quartieri storici del centro di Bucarest furono abbattuti per far spazio alle costruzioni imponenti volute dal dittatore Ceausescu. Sparirono così sotto i bulldozer case, chiese e numerosi edifici in stile belle époque. Dopo più di 20 anni della caduta del regime, “Casa Poporului” (la Casa del Popolo), attualmente la sede del Parlamento Romeno, ricorda ai Romeni il periodo comunista. Questo imponente edificio con più di 1.000 stanze, frutto del lavoro dei più grandi architetti e artigiani romeni, è uno dei monumenti più visitati della Romania. Tappe obbligate del tour cittadino oltre al Palazzo del Parlamento e alla vivace Piazza Unirii, sono la Cattedrale del Patriarca del 1656 con il vicino Palazzo Patriarcale, l’Arco di Trionfo, il Palazzo Cotroceni del tardo Ottocento e l’ex sinagoga con il Museo Ebraico.


MUSEI DI BUCAREST
Il panorama museale di Bucarest è vario e ricco di curiosità grazie alle intense vicende storiche della Romania e alle tradizioni delle varie etnie che vi convivono.

Il Museo Nazionale di Arte
Il patrimonio artistico più significativo della Romania è raccolto nel Museo Nazionale d’Arte, ospitato nell’ex Palazzo Reale. Vi sono custoditi più di 100.000 opere e oggetti d’arte dal medioevo a oggi. il museo è diviso in due sezioni, una dedicata all’arte rumena e una a quella internazionale. Nella prima si possono ammirare preziosi epitaffi cinquecenteschi della Moldavia, affreschi provenienti dal monastero di Curtea de Arges e opere di Constantin Brancusi; la seconda racchiude capolavori di artisti come Antonello da Messina, El Greco, Van Eyck, Rubens e Rembrandt.

Il Museo Nazionale di Storia Rumena
Il Museo Nazionale di Storia Rumena è situato in un grande edificio in stile neoclassico, che una volta ospitava il principale ufficio postale di Bucarest. Il museo ricostruisce nelle sue 60 stanze la storia della Romania partendo dal paleolitico. Molto interessante è la sala del Tesoro che custodisce gelosamente pezzi di inestimabile valore come la corona del principe Constantin Brancoveanu, elmi e oggetti finemente lavorati. Altro motivo di interesse sono i calchi della Colonna Traiana di Roma.

Il Museo del Villaggio
Immerso nel verde del parco Herastrau, sulla riva dell’omonimo lago, si trova il Museo del Villaggio che comprende più di 350 costruzioni tradizionali da tutte le regioni del Paese, contenendo più di 100.000 oggetti domestici originali, riuscendo così a ricostruire la vita contadina della Romania tra il Seicento e gli inizi del Novecento. Il Museo del Villaggio è oggi una vera istituzione in cui si svolge un’attività di ricerca etnografica e che cerca di mantener vivo il legame con il mondo rurale. A questo scopo, il museo riunisce periodicamente artigiani da ogni angolo del Paese, scultori, intagliatori, vasai, pittori di icone su legno e vetro, decoratori di uova, tessitrici di tappeti e stoffe in bellissimi colori naturali, ricamatrici che mettono qui in mostra la loro destrezza e tramandano alle nuove generazioni l’arte tradizionale.

Altri musei importanti di Bucarest sono il Museo del Contadino con la sua collezione di attrezzi in legno per l’agricoltura e oggettistica per la casa, il Museo delle Collezioni d’Arte che custodisce opere di rilievo provenienti da collezioni private, che portano la firma dei più importanti artisti romeni e internazionali, il Museo di Storia Naturale, il Museo George Enescu dedicato alla memoria del più famoso compositore romeno (1881 - 1955), il Museo Cotroceni allestito in un’ala del Palazzo omonimo, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica, il Museo della Comunità Ebrea, il Museo Militare ecc.

DINTORNI DI BUCAREST

I Monasteri di Snagov e Caldarusani
35 km a nord di Bucarest, sul lago di Snagov si trova l’omonimo monastero circondato da querce e faggi. Nella chiesa del monastero la leggenda vuole che sia sepolto il corpo senza testa di Vlad Tepes, conosciuto come Vlad l’Impalatore o meglio Conte Dracula. Nelle vicinanze, presso un altro piccolo bacino lacustre si trova il Monastero Caldarusani, complesso abitatop da una trentina di monaci. La struttura risale alla metà del XVII secolo e vi sono esposte un gran numero di icone realizzate dal pittor ottocentesco Nicolae Grigorescu.

Monastero di Cernica
Si tratta di un complesso monastico a sud-est della capitale, ubicato su di un’isola al centro del lago di Cernica, famoso perché custodisce alcuni dipinti religiosi di notevole fattura. Il complesso fu eretto nell’ultima parte del XVIII secolo sulle rovine di una chiesetta abbandonata e si compone di due chiese e di un piccolo museo di arte sacra.

Palazzo di Mogosoaia
Il delizioso borgo di Mogosoaia si trova 14 km a nord-ovest di Bucarest, dove su un piccolo bacino lacustre si trova il Palazzo di Mogosoaia costruito tra la fine del XVII e i primi del XVIII secolo come residenza estiva del principe di Valacchia Constantin Brancoveanu (1688 - 1714). La struttura costituisce uno dei migliori esempi di stile cosiddetto “brancovano”, un incontro fra il Barocco e lo stile orientale che si ritrova nella chiesa Stavropoleos di Bucarest vecchia e nel monastero di Horezu in Oltenia. Il palazzo ospita il Muzeul de Arta Brancoveneasca, con una pregevole raccolta di arte sacra.

 

CONTATTACI

+39 0365 546 701


Numero verde 848 46 60 00


booking@caldana.it

CONTATTACI

  •    +39 0365 546 701

  • Numero verde 848 46 60 00

  •    booking@caldana.it

SEGUICI

RESTA AGGIORNATO

Seleziona la lista a cui vuoi iscriverti:
Agenzia Viaggi
Privato

Dichiaro di aver preso visione della privacy policy di Caldana Tour Operator.

CALDANA TOUR OPERATOR

Caldana Europe Travel Srl

P.IVA - C.F. 01735420224 - Licenza Provincia di Brescia n°2344/ 06.06.2008 - autorizzazione I.A.T.A. 3822170-2 - Tutti i diritti riservati. - glacom®

Privacy Policy