Sicurezza COVID Sicurezza COVID

Proposte di viaggio

I borghi nascosti dell'Umbria, nel cuore medievale d'Italia

Mistici, densi di storia e di spiritualità: ecco svelati i borghi nascosti dell’Umbria

L’Italia vanta un cuore verde, ricco di tesori artistico culturali, leggende e tradizioni che neanche il passare dei secoli è riuscito a scalfire. L’Umbria è un piccolo scrigno, plasmato da storie e culture differenti, che hanno reso questo territorio ciò che è oggi: mistico, ma allo stesso tempo vivace e pieno di vita.

Tra comuni arroccati sulle colline e borghi antichi, la cultura medievale ha lasciato sicuramente il segno in questa terra magnifica. Per scoprire la sua vera essenza, non c’è altro da fare che un tour tra i borghi nascosti dell’Umbria, paesini circondati dalla natura, ricchi di spiritualità, tradizioni gastronomiche e tesori artistici inestimabili.
Pronto a scoprire quali tappe fare per un viaggio carico di emozioni?

5 borghi nascosti dell’Umbria da non perdere


1. Assisi

Custodisce un insieme di capolavori del genio creativo umano”: questa la motivazione che ha spinto l’Unesco a inserire Assisi nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Definita anche come “città-santuario” da Giosuè Carducci, rimane nel cuore di chiunque la visiti, credente e non. Ogni pietra parla del suo San Francesco, del quale restano piccole e grandi chiese, luoghi miracolosi e cripte che ogni anno attirano milioni di turisti. Arroccato in cima a una collina che si affaccia sulla valle, Assisi ospita lo straordinario Tempio della Minerva, che lasciò incantato Goethe nel suo primo viaggio in Italia e la scenografica piazza del Comune.

La Basilica di San Francesco, terminata solo 4 anni dopo la morte del Santo nel 1230, da lontano sembra una roccaforte, ma è composta da due chiese sovrapposte, nelle quali custodisce la storia d’Italia. Basti pensare che ha lavorato Giotto.

Tra le escursioni da fare, affascinante quella che permette di raggiungere San Damiano e all’Eremo delle Carceri, luoghi di straordinaria bellezza, dove San Francesco e i suoi frati si ritiravano in preghiera e meditazione.

2. Spello

Case colorare di rosa, vicoli acciottolati, chiese affrescate e la cinta muraria di origine romana meglio conservata d’Italia: il piccolo borgo di Spello sorge su uno sperone del Monte Subasio e conserva, lungo le sue mura, diverse porte, delle quali tre con una rilevanza particolare.

Porta Consolare ha ben tre ingressi con tre statue funerarie e una torre con in cima un ulivo, simbolo del prodotto locale più diffuso. Porta Venere è quella d’ingresso a questo che è uno dei borghi medievali più belli d’Italia. Porta Urbica è legata a diverse leggende, come quella legata al paladino Orlando: l’incavo nel muro sarebbe stato prodotto dal veemente cavaliere nell’atto di fare pipì, per altri invece, indicherebbe l’altezza del suo ginocchio.

Meravigliosi, poi, i vicoli e i balconcini fioriti di Spello, la cui tradizione dei fiori raggiunge il culmine durante l’Infiorata che si tiene a maggio, quando gli abitanti si sfidano ad abbellire vicoli, balconi e angoli, dando vita ad uno spettacolo unico, pieno di colori e profumi.

3. Bevagna
 
Tra i borghi nascosti dell’Umbria questo è uno di quelli nei quali il tempo si è fermato, nel vero senso della parola. Bevagna si trova in provincia di Perugia e permette di assaporare la più autentica atmosfera medievale: infatti, è circondato da mura con torri e porte, palazzi e botteghe dove i maestri lavorano ancora con tecniche millenarie la canapa, per la fabbricazione di tele e cordami.

Il suo cuore è piazza Silvestri, che custodisce botteghe medievali, la fontana ottocentesca, la colonna romana e il duecentesco Palazzo dei Consoli, oltre che due chiese romaniche.

Per andare alla scoperta dell’antica Bevagna, poi, nel mese di giugno si svolge da tre decenni il Mercato delle Gaite, una manifestazione che ricostruisce la vita della comunità bevanate del due/trecento con la ricostruzione di quattro mestieri medievali, allestiti in spazi e contesti molto suggestivi.

4. Spoleto

La storia di questo luogo, che è uno tra i borghi medievali dell’Umbria più famoso al mondo, è ricca di avvenimenti e personaggi, così come il patrimonio artistico che custodisce. Spoleto è una vivace cittadina adagiata sul Colle Sant’Elia e sulla cima ospita la Rocca, imponente ed elegante, che ospitò governatori pontifici e personaggi illustri nel ‘300.

Tra i suoi monumenti più rappresentativi la Fontana del Mascherone e il Duomo, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, così come il Teatro Romano, riportato alla luce nel 1891 che oggi ospita, nella stagione estiva, spettacoli di danza e concerti.

Da vivere, almeno una volta nella vita, il Festival dei Due Mondi, una manifestazione internazionale di musica, arte, cultura e spettacolo. 

5. Gubbio

La “città grigia”, così definita per il colore compatto e uniforme dei blocchi di calcare di cui è costituita, rappresenta uno dei più antichi, e affascinanti, insediamenti umbri.

Nei secoli Gubbio, ha conservato perfettamente il suo fascino medievale e le strutture, tra le quali spicca senza dubbio Piazza Grande, un vero e proprio balcone “sospeso” che si affaccia sulla splendida valle sottostante.

Il borgo è formato da cinque vie parallele, situate a diversi livelli, collegate da gradoni, vicoli e scale, tra i quali è però difficile perdersi, se non nella bellezza.
Da non perdere Palazzo del Bargello in piazza dei Consoli, il Duomo e la “fontana dei matti”, legata alla tradizione di “Gubbio città dei matti”, intesi come persone ironiche e scherzose.

Come organizzare il tuo tour in Umbria?


La primavera è senz’altro il periodo migliore per andare alla scoperta dei borghi nascosti dell’Umbria: allora unisciti a noi di Caldana Europe Travel, che organizziamo il tour Umbria Medievale, il quale prevede anche una tappa nella meravigliosa Perugia, città d’arte racchiusa tra le mura etrusche e medievali, dove assaporare cioccolato e lasciarsi conquistare dalla sua vivacità.

Un altro itinerario interessante è quello del tour Umbria, cuore verde d’Italia che passa attraverso alcuni dei borghi umbri più belli, come Città di Castello, Torgiano, Todi e Bevagna.

Viaggiando in bus con noi avrai sempre a disposizione un guida turistica certificata, alloggerai nei migliori hotel e avrai la possibilità di vivere questa esperienza in completo relax.

Se vuoi avere maggiori informazioni contattaci e scopri di più!
 
 
 

Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
POTRESTI LEGGERE ANCHE...