Sicurezza COVID Sicurezza COVID

Proposte di viaggio

3 laghi del Trentino da vedere assolutamente con un tour delle Dolomiti

Un tuffo da mille colori! Ecco i laghi del Trentino Alto Adige da vedere almeno una volta nella vita

Montagne uniche al mondo si specchiano in laghi di una bellezza indescrivibile, da quelli più grandi e famosi, ai laghetti alpini che sembrano gocce d’acqua incastonate tra rocce e ampi spazi verdi nei quali fare sport, passeggiate e ritrovare la pace interiore. Stiamo parlando dei laghi del Trentino da vedere che sono tantissimi (oltre 300!).
Noi ci vogliamo concentrare su quelli dell’Alto Adige, in particolare quelli che è possibile scoprire in un tour delle Dolomiti, tra borghi, città, arte e natura.

3 laghi in Trentino Alto Adige da vedere, tra leggende, storia e arcobaleni

Le meraviglie della natura del Trentino-Alto Adige incuriosiscono e affascinano i visitatori in ogni stagione. Gli amanti del lago, poi, trovano ciò che di meglio possono desiderare. Passiamo allora alla scoperta di tre specchi d’acqua davvero imperdibili.

1. Lago di Resia

Si trova nella parte occidentale dell'Alto Adige, a Curon Venosta, nelle vicinanze del Passo di Resia e la particolarità di questo lago è la torre di un campanile del 1357, che spunta dall’acqua e lo rende uno dei luoghi icona dell’Alto Adige.
img id="2050"
La costruzione che spicca solitaria lontana dalle rive è testimone di un passato doloroso: la storia del Lago di Resia risale, infatti, agli anni Cinquanta, quando cinque anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, vennero completati i lavori di una grande diga per la produzione dell’energia idroelettrica, che unì due dei tre bacini naturali del Passo Resia, il Lago di Resia e di Curon, il mezzano.

L’acqua inghiottì per sempre il vecchio paese di Curon Venosta e parte del comune di Resia, che oggi riposano a 22 metri di profondità. 
Nonostante le proteste, gli abitanti furono costretti ad abbandonare tutto, case, masi, campi e strade, ed emigrarono poco lontano, costruendo la nuova Curon Venosta, e una nuova vita.

Quel paese però rivive nella leggenda: questa narra che, in certi giorni, quando il lago ghiaccia, si possano udire le campane che risuonano dal fondo del Lago di Resia, in realtà rimosse nel 1959.
Campanile e leggende a parte, questa località è una delle più belle delle Alpi Orientali, perfetta per trascorrere delle vacanze attive, grazie alle diverse possibilità di praticare sport. Nelle vicinanze, tra i tanti luoghi d’interesse c’è anche Glorenza, uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

2. Lago di Carezza

Nelle sue acque si specchia il maestoso profilo del Latemar, il gruppo montuoso dolomitico che si estende tra le provincie di Trento e Bolzano, ed è famoso come il “Lago Arcobaleno” per i colori che riflette grazie alla luce del sole, ma anche per via di un’antica leggenda: questa narra che un tempo fosse abitato da una bellissima ninfa, della quale si innamorò il mago Masarè.

Per conquistare il suo amore, la strega Lanwerda consigliò al mago di travestirsi da venditore di gioielli e di creare con questi un arcobaleno dal Catinaccio fino al Latemar. Al mago piacque l'idea e fece sì che l'arcobaleno splendesse nei suoi magnifici colori, ma dimenticò di travestirsi. La sirenetta lo scorse quindi e da quel momento in poi sommerse per sempre nel lago e non si fece più vedere.  Il mago infuriato buttò i gioielli e i pezzi dell'arcobaleno nel lago, che ancora oggi brilla di tutti i suoi colori.
Alimentato da sorgenti sotterranee che portano l'acqua dalle cime del Latemar, il livello varia di continuo secondo la stagione e i suoi dintorni offrono diversi splendidi itinerari per le escursioni.

3. Lago di Braies

Tra i più famosi laghi del Trentino da vedere, si trova a 1500 metri di altitudine ed è ideale da visitare in tutte le stagioni, anche se sicuramente la primavera e l’autunno regalano dei colori meravigliosi, dal verde al turchese, che si specchiano nell’acqua. Conosciuto anche come la “perla delle Dolomiti” è navigato da barchette di legno e abbracciato da abeti e montagne maestose.

Il lago di Braies si trova, infatti, all’interno del Parco Naturale Fanes Senes Braies ed è unico nel suo genere, dalla bellezza folgorante, che è impossibile dimenticare.
Chi non ha ancora avuto la fortuna di vederlo dal vivo, sicuramente lo avrà già apprezzato nelle foto virali su Instagram e grazie alla fiction “Un passo dal cielo”, che lo ha scelto come location.

Come prenotare un tour tra i laghi del Trentino-Alto Adige?

Abbiamo elencato solo tre dei laghi del Trentino da vedere almeno una volta nella vita, ed una sosta in questi luoghi fiabeschi è prevista durante il nostro “tour del Trentino Alto Adige e Dolomiti”, grazie al quale è possibile anche visitare castelli incantati e passeggiare in borghi nei quali s’intrecciano tradizione e modernità.
Tra le tante cose da vedere in Trentino ci sono, infatti, il Castello di Thun, Merano, rinomata località termale e Bolzano, tra chiese, piazze ed edifici gotici. Queste sono solo alcune delle tappe del nostro itinerario che prevede 6 giorni alla scoperta di meraviglie naturali e culturali.
Scopri di più, contattaci e prenota la tua esperienza da sogno.



Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Assaporando in Trentino: cucina, natura, cultura e benessere

Assaporando in Trentino: cucina, natura, cultura e benessere

Un itinerario gustoso fra i prodotti tipici questa terra

POTRESTI LEGGERE ANCHE...