Sicurezza COVID Sicurezza COVID

Proposte di viaggio

7 cose da vedere a Torino e dintorni, nello splendore delle dimore reali

Sfarzi di un antico passato ducale: ecco cosa vedere a Torino e dintorni in un tour

Antica capitale del regno sabaudo, culla del Risorgimento e teatro di grandi eventi storici italiani, Torino conserva ancora oggi l’aspetto regale di una città d’altri tempi. Polo di innovazione e sperimentazione artistica e culturale, vanta una storia centenaria, che è possibile rivivere nelle sue grandi piazze, strade, chiese, nei suoi numerosi musei, ma soprattutto residenze reali di Torino, costruite per testimoniare il potere dei Savoia.

Andiamo allora a scoprire quali sono le cose da vedere a Torino e dintorni, in un territorio caratterizzato da Langhe, parchi naturali e tanti Patrimoni UNESCO.

7 cose da vedere a Torino e dintorni, nel cuore del potere dei Savoia

Torino deve il suo immenso patrimonio a secoli di storia, ma anche al dinamismo che ha caratterizzato questa città aperta al mondo, nella quale si combinano perfettamente gioielli architettonici, musei, gallerie d’arte, divertimento, buon cibo ed eventi di fama mondiale, come ad esempio il Salone del Libro.

1. Mole Antonelliana
Spicca in ogni foto panoramica della città, ed è senza dubbio il suo simbolo. Iniziata nel 1863 su progetto di Alessandro Antonelli per svolgere la funzione di tempio israelitico, fu ceduta poi al comune che ne fece un monumento dedicato al re d’Italia Vittorio Emanuele II. Grazie a un ascensore dalle pareti vetrate è possibile raggiungere il “Tempietto”, dal quale si può ammirare un panorama di Torino davvero meraviglioso. L’edificio antonelliano è attualmente sede del Museo Nazionale del Cinema, unico nel suo genere in Italia. 

2. Reggia di Venaria


Simbolo della grandeur sabauda, risale alla metà del ‘600 ed è ispirata alle grandi regge europee come il Castello di Versailles e il Palazzo di Schoenbrunn. Sorta per volere di Carlo Emanuele II, qui i Savoia erano soliti dedicarsi alla caccia, al benessere e allo svago. Il complesso imponente, dopo le distruzioni a opera dei francesi e la decadenza dell’800, è stato riqualificato e ha ritrovato lo splendore del passato ed oggi rientra nel Patrimonio UNESCO e tra i primi cinque siti culturali più visitati in Italia.

3. Piazza Castello

Cuore del centro storico e della vita torinese fin dall’epoca romana, oggi appare come è stata progettata da Ascanio Vitozzi nel 1584. Attorniata da eleganti portici, custodisce importanti edifici, come Palazzo Reale (residenza del re di Sardegna fino al 1659, e poi di Vittorio Emanuele II Re d’Italia, fino al 1865), il Teatro Regio il Palazzo della Giunta Regionale, il Palazzo del Governo (oggi sede della Prefettura), delle Segreterie, l’Armeria e la Biblioteca Reale, che custodisce il famoso Autoritratto a sanguigna di Leonardo da Vinci. Cuore della piazza è però l’imponente Palazzo Madama, l’antico castello dal quale prende il nome.

4. Musei Reali

Tra le cose da vedere a Torino non possono mancare i Musei Reali, che si snodano in un itinerario lungo 3 km, lungo il quale è possibile ripercorrere la storia d’Italia, dai reperti romani del Museo dell’Antichità, fino ai saloni di Palazzo Reale. I Musei Reali di Torino comprendono, infatti, diversi siti museali, come l’Armeria Reale, la Biblioteca Reale e anche la Cappella della Sacra Sindone, che custodisce il sudario in cui sarebbe stato avvolto il corpo di Gesù nel sepolcro.
Palazzo Reale fu la residenza ufficiale dei Savoia fino al 1865, e diventò Palazzo Ducale con Emanuele II, ma fu Maria Cristina di Francia a trasformarla in un ambiente ricco di opere d’arte.

5. Museo Egizio

Dedicato esclusivamente all’arte e alla cultura dell’Egitto antico, si trova a Torino da quasi due secoli e vanta più di 30 mila pezzi, tra cui statue di faraoni, sarcofagi, stele funerarie, gioielli, oggetti d’uso quotidiano, che ne fanno uno dei più ricchi musei egiziani del mondo, ideale da visitare anche in un weekend con i bambini, che lo adoreranno. Tra i capolavori che si possono ammirare spiccano la statua di Ramesse II, le tombe intatte di Kha e Merit, la Mensa Isiaca, e il tempio rupestre di Thutmosi III.

6. Basilica di Superga

Eretta sull’omonimo colle, a nord-est per volere di Vittorio Amedeo II di Savoia, in segno di ringraziamento per la vittoria riportata nel 1706 sull’esercito francese che assediava Torino, è uno dei suoi simboli. Nella cripta riposano le spoglie dei principi sabaudi e dei regnanti, da Vittorio Amedeo II a Carlo Alberto.

7. Palazzina di Stupinigi

Si trova a 10 km dal centro di Torino, al termine di una lunga linea retta che la collega al palazzo Reale di Piazza Castello. Altra residenza reale e di caccia dei Savoia, sorge all’interno di un grande parco. Il corpo centrale in linea con lo stile rococò internazionale delle altre residenze europee è opera di Filippo Juvarra, costruito nel 1729 al termine di un lungo viale rettilineo che ospita le cascine e le scuderie della tenuta. La Palazzina fu abitata dalla corte dei Savoia fino al 1919 e ospita oggi un Museo che raccoglie oggetti e arredi provenienti dalle diverse residenze reali. Per le sue sale, i suoi giardini e l’atmosfera da favola, è una delle residenze reali di Torino assolutamente da non perdere.

Come prenotare il tuo tour di Torino e dintorni?

Abbiamo visto i luoghi da visitare a Torino e nei pressi della città, tutte meraviglie che puoi scoprire partecipando al nostro tour “Torino e le Residenze Reali”, in un itinerario che permette di ripercorrere la storia del nostro paese attraverso le residenze reali, piazze, basiliche e musei.
Scopri le prossime date di partenza e richiedi maggiori informazioni a uno dei nostri esperti di viaggio. Il tour di Torino è disponibile in formula TuttoBus e Solo Tour.
 



 

Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
POTRESTI LEGGERE ANCHE...