Proposte di viaggio

Weekend enogastronomico: come vivere un'esperienza unica tra i vigneti

La magia della vendemmia! Ecco dove trascorrere un weekend enogastronomico in Italia

L’autunno è un periodo magico per viaggiare, nel quale atmosfera, colori e sapori si fondono per dar vita ad un mix di emozioni uniche.
L’aria fresca e frizzante, l’arancio delle foglie, il sole tiepido e i suoi frutti, permettono di vivere esperienze entusiasmanti a contatto con la natura e le sue delizie! D’altronde, questa è la stagione della vendemmia, dei funghi, delle mele e della caccia al tartufo.

L’ideale, allora, è partire alla volta di un weekend enogastronomico, nel quale degustare il vino e altre specialità che tutto il mondo ci invidia. Ecco qualche idea!

Cosa significa fare un “viaggio enogastronomico”?

I sapori e i prodotti svelano tantissimo del territorio dal quale derivano e permettono di vivere delle esperienze sensoriali a tutto tondo.

Negli ultimi anni, infatti, il turismo enogastronomico è in fortissima ascesa: oltre alla classica degustazione di prodotti tipici, tra le proposte più apprezzate emergono i tour presso i mercati, i pasti consumati nei bar e nei ristoranti storici, ma sono molto gettonate anche le visite presso i luoghi di produzione, in special modo aziende agricole e cantine.

Fare un viaggio enogastronomico significa proprio questo, gustare cibi e vini locali, ma anche i territori e le modalità di produzione, che raccontano antiche tradizioni tramandate nel tempo.

Basti pensare al vino e all’uva: il momento della vendemmia rappresenta un periodo clou e speciale per gli eno-appassionati (e non!) che possono raggiungere le tantissime aree vinicole dello stivale, partecipando ai più disparati appuntamenti dedicati alla bevanda di Bacco.
Un’esperienza enogastronomica permette, quindi, di immergersi attivamente negli usi e costumi dei territori visitati, entrando in contatto con la realtà del luogo e le sue bellezze.

L’olfatto e il gusto sono senz’altro i sensi più stimolati, ma anche la vista avrà al sua parte. Sono tantissime, infatti, le meraviglie da ammirare!

Dove si trovano i vigneti più belli d’Italia?

Il vino è un ottimo strumento di convivialità e divertimento. In autunno, quindi, l’ideale è proprio dedicare un weekend enogastronomico al “nettare degli Dèi”.

In particolare, si parla di “enoturismo”, ovvero l’esperienza in cui le degustazioni delle produzioni vinicole locali si abbina alla visita dei luoghi e dei territori di produzione, nonché alla conoscenza della cultura e delle tradizioni della gente che ci vive.

L’Italia è ricca di vigneti meravigliosi che compongono paesaggi unici al mondo. Basti pensare alla Val d’Orcia, uno tra i luoghi più belli da visitare in centro Italia: si trova  Siena e Grosseto ed è una valle ricca di colline con vigneti e borghi medievali. Tra i vini più famosi prodotti qui, ricordiamo il Brunello di Montalcino che prende il nome dall’omonimo paesino. Sempre in Toscana, come non nominare il Chianti? Le sue colline sono famose in tutto il mondo e sono state dipinte dai pittori più illustri. La tradizione del vino si tramanda di padre in figlio e una visita a Greve in Chianti permette di ammirare paesaggi incantevoli, sorseggiando un calice di buon vino rosso. Inoltre, il Chianti detiene un primato: la zona collinare è stata la prima area vinicola delimitata e definita per legge.

Suggestive anche le colline piemontesi tra Casale Monferrato e Asti, riconosciute patrimonio UNESCO, così come le Langhe: con i suoi filari si producono alcuni tra i vini più pregiati al mondo, come il Barolo e il Barbaresco.

Gli amanti del vino non possono poi considerare il Sudtirol per un weekend enogastronomico: in questa zona dell’Alto Adige, a pochi chilometri da Bolzano, è possibile assaporare il Sauvignon e il Pinot, ma anche lasciarsi incantare da paesaggi montani unici.

In autunno uno dei luoghi più suggestivi in Italia è senza dubbio Montefalco, con le sue colline sinuose ricoperte di uliveti, cipressi e vigneti, grazie alle quali si produce un ottimo vino rosso, il Sagrantino.

C’è poi il Friuli-Venezia Giulia, con ben 25 varietà autoctone che non si trovano in nessun’altra parte del mondo. Tra le zone vinicole più importanti, ricordiamo l’area del Collio e la provincia di Gorizia, famosa per la produzione di vini bianchi. Il Veneto, però, è la regione viticola più estesa e produttiva d’Italia, grazie alla diversità e complessità del territorio. Da Esplorare le colline di Conegliano e Valdobbiadene, Patrimonio dell’Umanità.

Grazie alla presenza di così tanti vigneti, ma anche meleti, le cose da fare in autunno in Italia a contatto con la natura e i suoi frutti, sono quindi tante e suggestive.

3 idee per trascorrere un weekend enogastronomico in Italia

Se desideri degustare il vino, trascorrere delle giornate all’insegna del relax, staccando la spina dalla frenetica routine della vita quotidiana, ti proponiamo alcune esperienze da vivere tra alcuni dei vigneti e delle cantine più belle d’Italia:
  1. Visita all’azienda agricola Foradori
Si tratta di una visita guidata della tenuta di Mezzolombardo, in Trentino-Alto Adige, tra i vigneti delle Dolomiti IGT. Il Campo Rotaliano è un’unità geografica ben delimitata, una sorta di rientranza della Valle dell’Adige, incuneata fra le montagne. Presso questa azienda è possibile capire come funziona il lavoro con il metodo agricolo biodinamico, visitare due cantine, assaggiare 3 vini abbinati a dei formaggi, nonché guardare le immagini delle cristallizzazioni sensibili del Teroldego, della Nosiola o del Manzoni Bianco, nella loro evoluzione nel tempo.
  1. Visita della cantina Podernovo in Toscana
I sensi sono i veri protagonisti di questa esperienza presso la Tenuta Podernovo, uno splendido poggio vitato nel comune di Terricciola, all’interno della pregiata ed emergente zona vinicola delle colline pisane. La cantina, realizzata nel pieno rispetto della morfologia del luogo e con una particolare attenzione alla salvaguardia del paesaggio circostante, si trova accanto a un magnifico complesso di edifici rustici di fine Settecento nel più antico stile toscano.

La coltivazione della vite viene svolta secondo i criteri biologici e permette di produrre dei tre pregiati vini dalla struttura equilibrata ed un finale di suadente intensità.
  1. Visita presso l’azienda De Vigili
Anche questa azienda agricola si trova a Mezzolombardo. Attraverso il suo lavoro, valorizza il territorio e vuol essere un vero e proprio polo culturale enoico, agricolo, artistico e architettonico.
La produzione del vino avviene dall’800 e oggi permette di ottenere 4 vini pregiati, tra i quali il Chardonnay Trentino Doc. L’esperienza che ti proponiamo di vivere qui, prevede di partecipare attivamente alla vendemmia, toccando con mano l’uva in campagna e in cantina per apprezzare la modificazione in atto attraverso la fermentazione. Ovviamente, avrai la possibilità di degustare i vini e prodotti locali.

Per avere ulteriori informazioni su queste esperienze, organizzare un weekend enogastronomico personalizzato, ma anche un tour più lungo tra cucina, natura, cultura e benessere, contattaci: i nostri consulenti esperti sapranno consigliarti la soluzione più adatta alle tue esigenze.
 
 
 


Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Tour della Ciociaria

Tour della Ciociaria