Proposte di viaggio

6 luoghi da visitare in centro Italia con un tour nelle sue bellezze

Un tuffo nel cuore del “Bel paese”! Ecco i luoghi da visitare in centro Italia

Borghi sospesi nel tempo, città storiche, cascate imponenti, dolci colline e coste che raccontano antiche tradizioni: il cuore dell’Italia custodisce un’infinità di tesori naturali e artistici, in grado di regalare esperienze che restano nel cuore per sempre.

Disseminati all’interno di regioni bellissime e dal patrimonio storico ricchissimo, i luoghi da visitare in centro Italia sono tanti, quindi, c’è solo l’imbarazzo della scelta per un weekend o un soggiorno più lungo.

Ecco allora delle idee per intraprendere un viaggio indimenticabile.

Dalla Tuscia alla Val d’Orcia, ecco i più bei luoghi da visitare in centro Italia

Le regioni del centro Italia sono famosissime in tutto il mondo. D’altronde, proprio a metà dello stivale si trova la capitale Roma, ma poco distante è possibile scoprire bellezze che non hanno eguali, come quelle della Tuscia, della “verde” Umbria fino alla più settentrionale Toscana e alla costa abruzzese.
Ma quali sono i luoghi che vale la pena visitare? Et voilà una piccola selezione:

1. Civita di Bagnoregio

Tra i borghi della Tuscia è famoso per la sua struggente bellezza.

Non a caso, è conosciuto come la “città che muore”: infatti, sorge tra i calanchi ed è praticamente sospesa su un lembo di tufo, collegato alla terraferma solo da uno stretto e ripidissimo viadotto pedonale di 300 metri, una caratteristica che rende questo borgo unico, ma anche vittima all’erosione delle rocce.

Per arrivare nel centro storico, è necessario, quindi, percorrere il viadotto e, durante la passeggiata, è impossibile non lasciarsi ammaliare dall’atmosfera surreale.

Civita di Bagnoregio custodisce testimonianze storiche romane, etrusche, medievali e rinascimentali e, tra queste, spiccano i palazzi nobiliari dei Colesanti, dei Bocca e degli Alemanni. Bellissima anche piazza San Donato, dove si trova la chiesa costruita sul sito di un antichissimo tempio etrusco. Uno dei punti più spettacolari è senza dubbio il Belvedere, una piazzetta dalla quale ammirare la vista su tutta la Valle dei Calanchi e scattare fotografie spettacolari.

2. Bomarzo

Siamo ancora nel territorio della Tuscia Viterbese, dove si trova uno tra i parchi e giardini più belli e “strani” d’Italia. Bomarzo, infatti, è una cittadina conosciuta soprattutto per il suo Parco dei Mostri, costruito a partire dal 1547 per volere di Vicino Orsini, signore di Bomarzo. Il prima grande giardino manierista, si caratterizza per la presenza di statue molto particolari, di draghi, orsi, sirene, ercoli e figure mitologiche, realizzati proprio per suscitare stupore, meraviglia e, forse, anche un po’ di timore, nei visitatori!

Il cuore antico di Bomarzo dall’aspetto medievale e che conserva molti edifici caratteristici e diversi monumenti. Palazzo Orsini sorge nella parte più alta e il suo salone è ricco di affreschi realizzati dalla scuola di Pietro da Cortona.

Molto vicino si trova la Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo, ovvero il Duomo, mentre appena fuori dal centro merita una visita la Chiesa di Santa Maria di Montecasoli, suggestiva per la sua integrità. Puoi visitare Bomarzo e altri luoghi magici come Civita di Bagnoregio, partecipando al nostro tour della Tuscia che prevede anche una sosta a Viterbo, la “Città dei Papi” che conserva un ricchissimo patrimonio storico-artistico.

3. La Cascata delle Marmore


Annoverate dall’Unesco nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità offrono uno spettacolo naturale a dir poco suggestivo. La Cascata delle Marmore appare come una scrosciante colonna d’acqua distribuita su tre salti di oltre 165 metri di altezza.

Siamo nei pressi di Terni, in Umbria e questo è uno dei luoghi da visitare in centro Italia, soprattutto se si ama la natura. La spettacolare Cascata, opera idraulica nata durante l’Impero Romano (negli anni precedenti il 290 A.c.), è stata fonte d’ispirazione per poeti ed artisti in ogni periodo storico: ad esempio, per Virgilio nell’Eneide.

Il parco offre la possibilità di percorrere diversi percorsi di trekking per esplorare la cascata e la valle, da quelli che fanno il giro a quelli più difficili, con grotte e pendii scoscesi. Inoltre, è possibile fare escursioni di rafting e kayak sui fiumi vicini.

Dopo aver ammirato questa meraviglia della natura, è possibile proseguire il tour in Umbria visitando Assisi, Perugia, Spello e Spoleto, alcuni dei borghi più belli d’Italia. 

4. Costa dei Trabocchi

È uno dei tratti più suggestivi del litorale abruzzese, che si estende tra Vasto e San Vito Chietino. Sabbie sabbiose si alternano a calette rocciose, ma la vera particolarità è racchiusa nel suo nome: qui, infatti, è possibile ammirare gli antichi trabocchi, bizzarre costruzioni che, secondo alcune testimonianze andrebbero accreditate ai Fenici; sono delle macchine da pesca poste su delle palafitte di legno, raggiungibili attraverso delle passerelle.

Molti sono stati restaurati e ospitano ristoranti dove gustare prodotti tipici. Tutti, comunque, offrono un panorama incredibile, sull’azzurro del mar Adriatico!
La costa poi, è ricca di spiagge come quella di Ripari di Gippe, oggi area protetta, e le calette del Golfo di Venere, caratterizzate da sabbia fine, acqua azzurra e panorami mozzafiato.

Sulle cime dei monti a ridosso del mare abruzzese sorgono alcuni borghi molto pittoreschi come San Vito Chietino che si erge su uno sperone roccioso e ospita il trabocco più antico, quello di Punta Turchino. Da non perdere Città Sant’Angelo, inserito nella lista dei Borghi più belli d’Italia e Ortona, dove visitare il Castello Aragonese e un centro storico delizioso.
Partecipando al nostro “tour nella Costa dei Trabocchi e le Isole Tremiti” avrai anche la possibilità di visitare queste perle del mar Adriatico.

5. Recanati e dintorni

Famoso come il “natio borgo selvaggio” di Leopardi e che l’ha ispirato per scrivere moltissime delle sue opere.

Il cuore della cittadina marchigiana è, infatti, proprio un omaggio al poeta: Piazza Giacomo Leopardi, racchiusa tra una costa della Chiesa di san Domenico e gli eleganti portici del Palazzo Comunale, ospita l’antica Torre del Borgo del XII secolo, alta 36 metri e che oggi ospita il Museo di Recanati, nel quale ripercorrere la storia del paese dalla nascita fino al Novecento.

Da non perdere la Cattedrale di San Flaviano con il suo soffitto ligneo a cassettoni e Museo Civico e della Pinacoteca di Recanati, all’interno del quale è custodito il capolavoro del Rinascimento Italiano di Lorenzo Lotto, “Annunciazione”, una vergine nel singolare atteggiamento di spalle all’Angelo.

Impossibile poi rinunciare ad un vero e proprio percorso “leopardiano”: tra le tappe il Colle dell’Infinito, ovvero l’orto dell’antico Monastero di Santo Stefano, dove ambientò la celebre poesia “L’Infinito”, un luogo che il Fai ha restaurato con cura e aperto al pubblico perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

A pochi passi si trova la casa di Leopardi abitata dai suoi eredi e che ospita una biblioteca meravigliosa, la casa di Silvia e la piazzola che fa da sfondo alla celebre poesia “Il sabato del villaggio”.

I luoghi nei dintorni di Recanati poi, sono davvero sorprendenti e tutti da scoprire: il Castello di Gradara, quello che ha fatto da cornice alla storia d’amore tra Paolo e Francesca nel V canto dell’Inferno nella Divina Commedia, ma è imperdibile anche Urbino, città emblema del Rinascimento italiano e patria di un altro grande artista, Raffaello.

Durante un tour nelle Marche poi, da qui è possibile proseguire verso Ancona e la Riviera del Conero, dove lasciarsi affascinare da un mare cristallino.

6. Val d'Orcia

Attraversata dal fiume omonimo, questa zona della Toscana si snoda tra le province di Siena e Grosseto, in un’area che è interamente considerata “parco protetto” e Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Il paesaggio è caratterizzato dalle famose crete senesi, colline scavate dai calanchi, un tempo occupate dal mare e che ha lasciato una distesa di argille particolari, dalle sfumature azzurre , violacee e biancastre per via dei sali che contiene. Di rara bellezza anche i vigneti e altri campi coltivati che si fondono alla perfezione dando vita ad un paesaggio unico.

In Val D’Orcia poi si trova una delle città da vedere in centro Italia almeno una volta nella: Siena. Il suo cuore pulsante è ovviamente la splendida Piazza del Campo dalla caratteristica forma a conchiglia e dominata dal Palazzo Pubblico. Da non perdere, in un tour della Val d’Orcia,  anche l’Eremo di Monte Siepi, leggendaria sede di sepoltura del santo Graal e l’Abbazia di San Galgano che, ormai senza tetto, emana un fascino particolare. 

Come scoprire le bellezze del centro Italia con Caldana Europe Travel?

Ora che sai quali sono i luoghi da visitare in centro Italia, scopri molto di più su queste regioni che è possibile percorrere in pullman con i nostri tour organizzati, durante i quali è sempre presente una guida turistica certificata.

Contattaci per avere maggiori informazioni e prenotare il tuo posto, scegliendo il periodo che preferisci.

Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Isola di Procida, Napoli, Pozzuoli e i Campi Flegrei

Isola di Procida, Napoli, Pozzuoli e i Campi Flegrei

Tour di Procida, Capitale Italiana della cultura 2022

POTRESTI LEGGERE ANCHE...