Proposte di viaggio

Cosa visitare sul lago di Garda con un tour di 6 giorni

Piccoli borghi, isole, musei e limonaie: ecco cosa visitare sul Lago di Garda per innamorarsene

“Suso in Italia bella giace un laco, 
a piè de l’Alpe che serra Lamagna 
sovra Tiralli, c’ha nome Benaco”.    
 

Con questi versi, Dante Alighieri descrive nella sua più celebre opera, la “Divina Commedia” (XX canto dell’Inferno), la bellezza del lago di Garda.

Incastonato tra le dolci colline moreniche a sud e le montagne che cadono a picco a nord, il lago di Garda ha l’aspetto di un piccolo fiordo. Caratterizzato da un microclima mediterraneo che lo rende un piccolo mondo a sé, ricco di vegetazione e angoli suggestivi, è stato in grado di stupire viaggiatori di ogni epoca: non solo Dante, che visitò il lago durante gli anni del suo esilio a Verona, ma anche Catullo, Goethe e D’Annunzio, che nel Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera celebrò le sue imprese letterarie, di guerra e patriottiche.

Il lago più grande d’Italia, d’altronde, è una destinazione che accontenta tutti in ogni stagione dell’anno, con la sua natura rigogliosa, le antiche tradizioni uniche, isole, cittadine incantevoli e testimonianze di un lontano passato.

Nell’anno in cui ricorre il 700° anniversario della morte del sommo poeta, andiamo allora a scoprire cosa visitare sul lago di Garda in un tour che tocca tutte e tre le regioni e le province tra le quali si divide: il Veneto con Verona, la Lombardia con Brescia e il Trentino Alto Adige con Trento.

Cosa visitare sul Lago di Garda e sulle sue meravigliose sponde

1. Le Grotte di Catullo a Sirmione
Quelle che vengono chiamate ancora oggi “le Grotte”, sono in realtà i resti ben conservati di una villa di epoca romana, costruita nel I secolo d.C. e che oggi viene considerata la più importante villa romana del nord Italia.

Il riferimento al poeta Catullo risale al 1400, anche se non vi sono certezze: la villa, infatti fu costruita dopo la sua morte e ancora oggi domina una penisola sul lago di Garda, occupando più di 2 ettari. In origine era composta da tre piani e lunghe terrazze panoramiche, che si affacciavano su due lati del lago, con un grande reparto termale, uno dei più apprezzati dai Romani. La località di Sirmione è conosciuta  ancor oggi per le sue acque termali che sgorgano alla temperatura di 69°.
Oggi la villa ospita un museo con reperti archeologici ritrovati qui e in altre ville romane del Garda, e un grande uliveto che, grazie ad un intervento di recupero, dà vita ad un pregiato olio.

2. Isola del Garda
Conosciuta anche come Isola Borghese, è la più grande del lago ed è possibile raggiungerla comodamente in battello. Facendo una piacevole passeggiata è possibile andare alla scoperta della splendida Villa De Ferrari, che costituisce l’unico esempio di stile neogotico-veneziano sul lago.

Isola del Garda, poi, ospita lapidi e resti di templi votivi: questo luogo, infatti, era abitato già in epoca romana ed è stato per lungo tempo rifugio dei pirati, prima di diventare un centro ecclesiastico, grazie a San Francesco di Assisi, al quale dobbiamo la costruzione del piccolo eremo. Inoltre, l’isola è stata luogo di soggiorno per Dante Alighieri e Sant’Antonio da Padova.

3. Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera
Un luogo che trasuda letteratura, storia e arte. Il Vittoriale degli Italiani è una vera e propria cittadina voluta e costruita da Gabriele D’Annunzio, nonché suo luogo di sepoltura: le sue spoglie, infatti si trovano nel Mausoleo, in cima alla collina.

Costruito e progettato insieme all’architetto Giancarlo Maroni tra il 1921 e il 1938, comprende la Prioria, una grande casa-museo con oggetti, stanze a tema e decorazioni, un parco con statue, laghetti e giardini, un auditorium che può ospitare 200 persone, mostre, convegni ed eventi, ma anche un anfiteatro, oltre ad altri spazi adibiti a musei.

Imperdibile il Museo D’Annunzio Segreto, che si trova infatti nei sotterranei, con diversi cimeli da ammirare, oggetti appartenuti al Vate, come scarpe, abiti e perfino i collari dei suoi cani.

4. Maderno e il Museo della Carta
Cosa visitare sul lago di Garda, in particolare sulla sponda bresciana? Lungo la Gardesana Occidentale si trova la zona di Toscolano Maderno, dove visitare la Chiesa romanica di Sant’Andrea dell’XI secolo e il Museo della Carta, per fare un vero e proprio viaggio nel mondo della carta, dalla sua nascita, quando la carta era fatta a mano, fino al diffondersi della carta industriale nel ‘900.

Da qui poi, può partire un’escursione naturalistica nella bellissima Valle delle Cartiere, considerata un Eco Museo, ovvero un museo a cielo aperto e, nella stagione estiva, raggiungibile anche con un suggestivo trenino turistico.

5. Limone sul Garda
L’ultimo paese della provincia di Brescia che si affaccia sul Lago di Garda è Limone, uno dei centri più antichi e meglio conservati che sorge su una stretta lingua di terra a ridosso di alte pareti rocciose, grazie alle quali il clima mite è assicurato tutto l’anno!

Limone sul Garda è anche la località italiana più settentrionale nella quale si possono trovare coltivazioni di agrumi che, grazie alla brezza del lago sono coltivati qui da sempre. Una delle esperienze da provare una volta nella vita è, infatti, la spremitura dei limoni sul lago di Garda, per tornare indietro nel tempo in una delle tante  limonaie della zona.

Il centro storico poi, è un susseguirsi di vicoli, piazzette, case di pescatori e chiese romaniche, nel quale è davvero un piacere passeggiare.

6. Riva del Garda

Lì dove l’acqua è più fredda e più blu: Riva del Garda è una località più a nord e vanta un fascino particolare. Qui, infatti il lago si restringe, e il panorama risente delle vicine Dolomiti del Trentino da un lato, mentre dall’altro è caratterizzato anche da ulivi, oleandri, limoni e palme.
La cittadina, stretta tra le acque, permette di ammirare molte testimonianze del suo passato medievale e, infatti, il suo monumento più importante è la Torre Apponale del 1220 che si trova in Piazza 3 Novembre.

Tra le cose da vedere sul lago di Garda anche il MAG, il Museo dell’Alto Garda che si trova nella Rocca di Riva, con sezioni permanenti, ma che ospita anche mostre temporanee, laboratori e diversi eventi durante il corso dell’anno.

Sarebbe un peccato poi, non godersi una passeggiata e un aperitivo seduti al tavolino di un bar, respirando il fascino austroungarico di Riva, ma vale davvero la pena anche fare una degustazione dei pregiati oli d’oliva prodotti in zona.

Come organizzare il tuo tour del Lago di Garda?


Se vuoi organizzare un viaggio perfetto in questa zona, senza perderti i luoghi più belli, ma anche quelli più particolari, come le limonaie ed i musei, lasciati guidare dall’esperienza di Caldana Europe Travel: organizziamo il tour Lago di Garda in bus, dalla durata di 6 giorni e 5 notti, durante il quale avrai sempre a disposizione un accompagnatore e una guida turistica locale.
Contattaci per avere maggiori informazioni su cosa visitare sul lago di Garda e prenotare!




Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
I Mille Volti della Sicilia

I Mille Volti della Sicilia