Sicurezza COVID Sicurezza COVID

Proposte di viaggio

Dalla Reggia alla Costiera: ecco cosa vedere a Napoli e dintorni

Indeciso su cosa vedere a Napoli e dintorni? Ecco come scoprire la storia e i colori della Campania

Napule è” la capitale del Sud Italia, la città del Vesuvio, la patria della pizza, la protetta di San Gennaro: sono tanti gli appellativi di questa città, che brulica di storia e di vita, incantando chiunque la visiti con i suoi quartieri vivaci, l’arte e i paesaggi da cartolina.
Caratterizzata da mille contraddizioni, è difficile raccontarla a parole. Noi però ci vogliamo provare, andando a scoprire cosa vedere a Napoli e dintorni, in un tour che tocca alcune delle meraviglie della Campania, dalla Reggia di Caserta fino agli scavi di Pompei, passando per la Costiera Amalfitana e per l’isola di Capri

Cosa vedere a Napoli?

Il cuore della città partenopea è senza dubbio Spaccanapoli, uno dei tre decumani in cui i romani, basandosi sulla costruzione greca, organizzarono la città. Impossibile, infatti, capire l’essenza di Napoli senza passeggiare qui, tra i Quartieri Spagnoli e Forcella dove, proprio come indica il nome, si “spacca” il centro storico, con una precisione quasi geometrica.

Suggestive le botteghe ricavate dai garage, dalle quali emergono le tradizioni napoletane, come quella della scaramanzia: ovunque si trovano corni rossi di tutti i tipi e dimensioni, con una garanzia contro la “jella” di ben 100 anni! A Spaccanapoli si attraversa la storia millenaria della città, con palazzi antichi, chiese, botteghe artigiane, l’odore della pizza appena sfornata e del caffè espresso.

Tra le tante meraviglie, la Cappella di Sansevero, che custodisce una delle opere più affascinanti e misteriose, non solo di Napoli, ma del mondo: il Cristo Velato di Giuseppe San Martino. La leggenda narra che il velo di marmo che ricopre il corpo del Cristo sia frutto di un processo di “marmorizzazione”, per opera del principe di San Severo. In realtà, anche se così impalpabile e trasparente, è ricavato da un unico blocco in marmo e frutto del talento dello scultore.

Percorrendo il decumano maggiore di Spaccanapoli si giunge a Via Duomo, dove sorge la Cattedrale di San Gennaro, che custodisce la Cappella del Tesoro: realizzata da artisti di fama mondiale. Con decorazioni pittoriche eseguite prevalentemente da Domenichino e Lanfranco, rappresenta una delle massime espressioni della pittura barocca emiliana a Napoli. Qui si trovano le reliquie e il sangue di San Gennaro, legato al famoso “miracolo”.

Imperdibile poi San Gregorio Armeno, dov’è Natale tutto l‘anno grazie alla vendita e all’esposizione dei famosi presepi, che qui sono una vera e propria arte. Una tradizione che affonda le sue radici in epoca pagana, quando venivano consegnate delle offerte votive consistenti in statuine di terracotta alla dea Cerere, chiedendo in cambio il dono della fertilità.

Lo splendore della Reggia di Caserta


Nella lista del “Cosa vedere a Napoli e dintorni” non può di certo mancare la meravigliosa Reggia di Caserta, sontuosa residenza reale realizzata sul modello di Versailles, per volere di re Carlo III di Borbone. Viaggiando in pullman, è possibile scorgerla già dall’autostrada, comprendendone la grandiosità, ma dello splendore che racchiude, impossibile averne idea prima di entrare: con i suoi 47 km quadrati e i cinque piani, il palazzo della Reggia di Caserta è un capolavoro Barocco e la residenza reale più grande del mondo!

Ad accogliere i visitatori c’è lo Scalone Reale, una scala scenografica doppia affiancata da due grandi leoni, che si apre sulla splendida cappella palatina, gioiellino del Vanvitelli, che si trova al primo piano lungo la scala: si tratta di una cappella ispirata a quella della Reggia di Versailles, una grande sala dai pavimenti con marmi policromi, circondata da un colonnato di marmo, su cui spicca un soffitto a botte, di legno.
Dal 2011 poi, fa parte del percorso anche la Quadreria della Reggia di Caserta, che custodisce una selezione di opere dal 1600 al 1800, tra cui Vedute, Santi, Paesaggi e Battaglie, per un vero e proprio viaggio nell’arte di questo periodo.

La visita della Reggia di Caserta permette di fare un vero e proprio salto indietro nella storia e nella vita di un tempo, soprattutto quando si attraversano gli appartamenti, residenze private dei Reali, che iniziano con quello dell’Ottocento, passando per l’Appartamento Nuovo, fino alla splendida Sala del Trono rivestita dalle preziose sete di San Leucio e dominata dalla volta dipinta con “La posa della prima pietra del Palazzo il 20 gennaio 1752” di Gennaro Maldarelli.

Dalla Costiera Amalfitana fino a Pompei

Il tratto di costa campana che si affaccia sul golfo di Salerno, è la famosa Costiera Amalfitana, di una bellezza naturalistica che lascia senza parole, una natura che resta ancora selvaggia e incontaminata, nonostante la miriade di turisti che arrivano ogni anno.

Amalfi è, geograficamente e storicamente, il nucleo centrale, le cui origini vanno fatte risalire alle lotte tra i Romani e le popolazioni barbare, anche se, secondo una leggenda, pare che Amalfi sia un dono che Ercole, figlio di Giove, abbia fatto alla fanciulla amata i cui occhi avevano il colore del mare. Da vedere assolutamente il Duomo, mentre durante una passeggiata per le strade del centro è impossibile non essere conquistati dai profumi e dai sapori delle tante prelibatezze. 

Incastonata nella montagna e affacciata sul mare, Positano offre meravigliose spiagge e un paesaggio unico, nel quale spiccano la cupola maiolicata, le torri saracene e le piccole frazioni di Nocelle e Montepertuso.

Tra le isole italiane più belle c’è senz’altro l’Isola di Capri che, con i suoi faraglioni, tre massi rocciosi immersi nel blu. Imperdibile la Grotta Azzurra che, quando è attraversata dal sole, sembra illuminata da una luce subacquea e ospita miriadi di pesciolini argentei. Il cuore dell’isola è, ovviamente, la “piazzetta”, famosa in tutto il mondo e dalla quale partono le vie dello shopping ricche di boutique e botteghe.

Tra le cose da vedere a Napoli e dintorni, abbiamo poi selezionato gli scavi di Pompei, luogo unico al mondo, che affascina non solo gli appassionati di storia e archeologia.

Quella che fu una delle più grandi e splendenti città dell’epoca romana, oggi, a seguito dell’eruzione del Vesuvio del ’79 d.C., è un sito archeologico che riesce a testimoniare lo stile di vita dell’epoca, addormentato sotto la polvere vulcanica. Gli scavi archeologici, iniziati nel 1748 per volere di Carlo III di Borbone, hanno riportato alla luce i resti dell’antica città romana: Domus, le abitazioni dei ricchi patrizi e commercianti, gli edifici pubblici, i templi, i teatri e le terme, ma ancora oggi questo sito continua a riservare grandi sorprese.

Cosa vedere a Napoli e dintorni con un tour in Campania?

Abbiamo visto cosa vedere a Napoli e dintorni, tutte tappe comprese nel nostro tour della Campania "Nel Paese del Sole" che attraversa Napoli, Pompei, Capri, la Costiera Amalfitana e la Reggia di Caserta ed ha una durata di 6 giorni, ideale per una vacanza estiva all’insegna del relax e della cultura.
Prenota il tuo posto sul pullman e chiedi maggiori informazioni ad uno nostro operatore.





 

Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
POTRESTI LEGGERE ANCHE...