Sicurezza COVID Sicurezza COVID

Proposte di viaggio

Sapore di mare! Ecco 7 isole italiane da visitare questa estate

Spiagge paradisiache e sentieri da scoprire: ecco le isole italiane da visitare

Da sempre esercitano un grande fascino e in Italia ce ne sono ben 800, tra grandi, piccole e piccolissime: stiamo parlando delle isole, veri e propri paradisi per chi ama il mare, la natura incontaminata, le escursioni, ma anche l’archeologia.

Le più grandi e conosciute sono senza dubbio la Sicilia e la Sardegna, ma queste ne comprendono altre e, lungo la costa da nord a sud del Belpaese, ce ne sono tantissime sulle quali vale davvero la pena approdare. Scegliere è molto difficile, ma ci abbiamo provato, e questa è la nostra selezione delle isole italiane da visitare durante un tour o anche un weekend estivo!

7 isole italiane da visitare tra mare, sport e archeologia


1. Isola d’Elba

Tra le isole più belle d’Italia non possiamo non citare questa meraviglia dell’Arcipelago Toscano, che comprende anche l’Isola del Giglio, Capraia, Gorgona Montecristo, Pianosa e Giannutri.

La più grande delle sette perle è l’isola d’Elba, dal passato minerario e che offre una grande varietà di paesaggi, i quali si susseguono in lungo e largo, lasciando spazio a lunghe distese di spiagge, colline e borghi.

Nel comune di Portoferraio, dove fu esiliato Napoleone, sono visitabili le ville residenziali Villa San Martino e Villa dei Mulini, due residenze private.
Marciana, invece, è il più antico dei paesi dell’isola d’Elba e si trova in collina. Questo borgo conserva stradine lastricate con la famosa pietra elbana, casette e vicoli, ma anche la Fortezza Pisana, una fortificazione quadrangolare racchiusa da quattro torri, dove un tempo gli abitanti si riparavano durante le incursioni degli invasori.

Imperdibile poi Capoliveri, un borgo medievale con i quattro rioni e dalle origini antichissime e dove si trova il maggior numero di spiagge di tutta l’isola, sia attrezzate che selvagge.

2. Isola del Giglio

Da Porto Santo Stefano basta prendere un traghetto e in circa un’ora si giunge sulla sull’Isola del Giglio, piccola e bellissima, meta ideale da visitare in un giorno, ma anche per trascorrere delle vacanze estive in totale relax.
Giglio Porto è senz’altro la frazione più antica e caratteristica, circondata da acque cristalline e che pullula di ristorantini di pesce, botteghe colorate e anche qualche piccola baia nascosta.

Giglio Castello ospita la fortezza medievale e conserva ancora l’aspetto di un antico borgo, con vicoli stretti, piccoli archi, scalinate e piazzette. La spiaggia più grande si trova a Giglio Campese e un’altra attrazione turistica da non perdere è il faro di Capel Rosso: per arrivarci è necessario fare una lunga passeggiata, ma lo sforzo è ripagato dalla meravigliosa vista panoramica. Inoltre, scendendo le scalette in pietra, come sul set del film premio Oscar “La Grande Bellezza”, si arriva fino al mare.

3. Ponza

Fondali trasparenti ricchi di pesci che attirano milioni di appassionati di immersioni: Ponza, che fa parte delle Isole Pontine nel Lazio, è questo e molto altro.
Colonizzata da Greci e Romani, conserva strutture come le ville imperiali e le Grotte di Pilato, cunicoli scavati nella roccia da visitare in barca: si tratta di un insieme di tunnel collegati da una piscina centrale, che si pensa fossero i bagni privati collegati alla villa di Ottaviano Augusto, ma il nome deriva dalla leggenda, la quale narra che lato, giovane rampollo attaccabrighe della Roma imperiale, fosse stato mandato qui per toglierlo dai guai.

L’isola di Ponza è una tappa perfetta da inserire in un tour della Riviera di Ulisse, nel quale visitare anche sulla terraferma Gaeta, Sperlonga e Terracina e Ostia.

4. Ischia

L’“Isola verde” è una meta che non conosce crisi e richiama turisti attratti soprattutto dalle terme e dal mare limpido, ma nella quale è possibile alternare il relax e i trattamenti di benessere, anche a delle piacevoli passeggiate e visite culturali.

Il Castello Aragonese è il simbolo dell’isola, collegato alla terraferma solo da un ponte, e sul suo isolotto si rifugiavano già i Greci nel 474 a.C. Da vedere anche la chiesetta bianca del Soccorso a Forio d’Ischia che sorge su un promontorio a picco sul mare e che unisce diversi stili architettonici.
Come gli antichi romani, oggi è possibile godere delle acque termali di Ischia in uno dei tanti parchi, tra i quali i più famosi sono i Giardini Termali Poseidon, quelli di Afrodite e le Terme d Castiglione.

Tra le spiagge più belle di Ischia, la Baia di San Montano e dei Maronti che si raggiunge in barca e Cava dell’Isola, collegata alla strada con una serie di gradini.

5. Capri

Torniamo in Campania per parlare “dell’Isola Azzurra”, Capri. Adagiata sul Golfo di Napoli, è famosa in tutto il mondo per le sue bellezze naturalistiche e per essere una meta chic.
I simboli dell’isola di Capri sono senza dubbio i faraglioni, tre massi rocciosi immersi nel blu: il più alto (109 metri) è attraversato da una grotta naturale che si può percorrere in barca, mentre il faraglione più esterno ospita gli unici esemplari al mondo della Lucertola Azzurra, che grazie all’isolamento e al mimetismo, ha assunto i meravigliosi colori del mare e del cielo di Capri.

Imperdibile la Grotta Azzurra: quando è bel tempo, il mare sembra illuminato da una luce subacquea e si possono notare miriadi di pesciolini argentei che nuotano sotto il pelo dell’acqua.
L’isola custodisce poi anche resti di edifici romani, come Villa Jovis, dedicata a Giove dall’Imperatore Tiberio e che si estende sul promontorio est, da dove è possibile godere di un panorama mozzafiato su Ischia, Procida, il Golfo di Salerno e la Costa del Cilento.

Come non fare un salto nella “piazzetta” di Capri? È il suo cuore mondano e simbolo della dolce vita caprese, dove gustare un cocktail e partire per una passeggiata tra le vie dello shopping, ricche di boutique di griffe internazionali.

6. Pantelleria

Un’isola che fa parte dell’isola più grande d’Italia, la Sicilia. Pantelleria, grazie alla sua posizione geografica e alla ricchezza del suo territorio, custodisce un vero e proprio patrimonio di biodiversità, ma è da sempre anche il luogo di accoglienza dei popoli del Mediterraneo: infatti, oltre, a essere un paradiso per gli amanti del mare, quest’isola offre anche la possibilità di visitare diverse aree archeologiche, come il Castello e l’Acropoli di San Marco a Santa Teresa.
Il Castello di Pantelleria si affaccia sul mare ed è un monumento medievale costruito in pietra lavica, che è stato utilizzato come carcere fini al 1975. Oggi ospita numerosi eventi ed è sede museale di importanti ritrovamenti archeologici.

L’acropoli di San Marco e Santa Teresa sono due colline sulle quali si concentravano le principali funzioni pubbliche, politiche e sacre dell’insediamento d’epoca punica e romana. Sull’altura di San Marco son stata rinvenute alcune cisterne e all’interno di una di queste son state trovate le tre teste Imperiali di Giulio Cesare, Antonia Minore e Tito, custodite nel museo del Castello.
Da vedere anche i Sesi, costruzioni megalitiche situate nella zona di Mursia e Cimillia, delle strutture in pietra a secco risalenti a circa 5.000 anni fa, quando a Pantelleria si stanziò un popolo proveniente dall’Africa settentrionale.

Suggestiva la Balata dei Turchi, che si dice fosse utilizzata come scalo dai pirati, mentre chi ama fare trekking può approfittare della Montagna Grande, che offre sentieri attraverso boschi di lecci e pini marittimi. Dall’alto è possibile posare lo sguardo su tutta l’isola di Pantelleria.

7. Isola di Tavolara

La seconda isola più grande del Mediterraneo e d’Italia è la Sardegna, che a sua volta custodisce altre isole, come quella di Tavolara, un massiccio calcareo visibile da Olbia, San Teodoro e Budoni.
Questo luogo fa parte dell’Area Marina Protetta di Tavolara e Punta Coda Cavallo, e non è solo famosa per le sue bellezze naturalistiche, ma anche per la storia che s’intreccia con “la leggenda del re di Tavolara”.  Si narra infatti che nel 1896, durante il “regno” di Carlo I, l’isola fu visitata dagli inviati della regina Vittoria del Regno Unito, che riconobbe tacitamente il piccolo regno e che, in una sala di Buckingham Palace, si conservi la foto della famiglia “reale di Tavolara” insieme a quella degli altri regnanti della terra.

Meravigliose le calette incontaminate e l’acqua cristallina, nella quale fare escursioni alla scoperta della ricca fauna e flora. Tornado sulla terraferma poi, sono tantissime le esperienze da vivere in Sardegna, anche nel meno esplorato ma più autentico entroterra.

Come organizzare un tour in una delle isole più belle d’Italia?

Sogni un viaggio tra mare e cultura? Vuoi scoprire i fondali marini e allo stesso tempo visitare siti archeologici? Le isole italiane da visitare sono davvero tante: noi di Caldana Europe Travel organizziamo, per esempio, il tour delle isole Eolie, che permette di assaporare le atmosfere delle “perle nere” del Mediterraneo, Patrimonio Mondiale UNESCO.
Oppure per ammirare affascinanti borghi e panorami proponiamo il tour dell’Isola del Giglio, Maremma e Argentario o in alternativa il tour per scoprire l’Isola d’Elba, durante il quale sarà possibile visitare i luoghi napoleonici, Porto Azzurro, Capoliveri e fare un tour delle miniere a bordo di un caratteristico trenino.

Cosa aspetti? Contattaci per scoprire le isole più belle d’Italia!


Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
La vostra Esperienza Dolo-Mitica

La vostra Esperienza Dolo-Mitica

POTRESTI LEGGERE ANCHE...