Proposte di viaggio

Strasburgo e dintorni: dal fascino della petite France alle luci di Colmar

Villaggi fiabeschi, fortezze medievali e città incantate! Ecco cosa vedere a Strasburgo e dintorni

Una miriade di decorazioni illuminano le tipiche case a graticcio di città e paesini dell’Alsazia che, durante il periodo delle feste natalizie, è pervasa da un’atmosfera dolce e calorosa.

Il delicato profumo di spezie e cannella, gli addobbi e le lucine invadono questa piccola regione nord-orientale della Francia, a confine con Germania e Svizzera, famosa per i suoi mercatini di Natale, ma che vale davvero la pena visitare in ogni stagione.

Scopriamo allora cosa vedere a Strasburgo e dintorni, partendo proprio dal capoluogo, passando per Colmar e paesini fiabeschi in grado di trasportare indietro nel tempo.

Cosa vedere a Strasburgo e dintorni (non solo a Natale!)

Per tuffarsi nella magia del Natale l’Alsazia è senza dubbio la destinazione ideale. Gli artigiani mostrano mille saperi, le strade si animano grazie alle voci dei cori natalizi e vengono proposte tante attività per grandi e piccini.

Questo territorio, conteso per secoli da Francia e Germania, però, è magnifico in ogni periodo dell’anno. Basti pensare alle sue file infinite di vigneti, alle città ricche di arte e storia e ai villaggi disseminati lunga la Via dei Vini.

Ecco cosa visitare a Strasburgo e dintorni:
strasburgo e dintorni

Due anime, due culture e due aspetti diametralmente opposti: cuore francese e passato tedesco. Strasburgo coniuga modernità e tradizione. Infatti, se da un lato è cosmopolita e aperta alle diverse culture, dall’altro conserva una forte identità e un carattere tradizionalista fortemente alsaziano.

Il suo centro storico sembra uscito da un dipinto: la Petite France è il quartiere più antico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e ospita la Cattedrale di Strasburgo, un esempio sublime di architettura gotica che svetta sulle strade acciottolate lungo i canali.

Un tempo abitato da conciatori, mugnai e pescatori, questo luogo è rimasto intatto nei secoli ed è caratterizzato dalle casette con i tetti spioventi color pastello che contribuiscono a creare un’atmosfera romantica, al punto che questo quartiere viene chiamato anche la “Piccola Venezia del nord”.

La Petite France è collegata al resto della città grazie a Les Ponts Couverts, tre ponti molto scenografici, un tempo dotati di copertura che collegano tre torri fortificate medievali. Camminando in questa zona è possibile ammirare un panorama da cartolina che diventa ancora più magico con le luci della sera.

Da non perdere Place Kléber, il cui nome deriva da un famoso generale francese, celebrato dalla statua posta al centro. Maestoso il Palazzo dei Rohan, un’immensa residenza principesca e uno dei più importanti monumenti storici della Grande Île.

Durante il periodo delle feste, a Strasburgo prende vita il più antico Mercatino di Natale di Francia che, da quattro secoli, con più di 300 chalet in legno dislocati su diverse piazze della città, dispiega tutta la sua magia nel cuore dell’Europa.
strasburgo e dintorni

Famosa come la “Piccola Venezia di Francia”, Colmar è un gioiello medievale ricco di canali, angoli pittoreschi, vicoli caratteristici, al punto che sembra uscita da un libro delle favole.

Cittadina romantica e deliziosa, anch’essa è caratterizzata da case a graticcio, piazzette nascoste e botteghe artigianali nelle quali lasciarsi conquistare da oggettistica e prelibatezze gastronomiche come i biscotti. Nel periodo natalizio è incantevole con i suoi mercatini che sono dei veri e propri mini-villaggi, ma in primavera-estate esplodono i colori dai balconi fioriti che decorano e creano suggestione.

Ma cosa vedere a Colmar? Splendida e imponente la Cattedrale di San Martino che domina una delle piazze più caratteristiche del centro storico ed è anche uno dei più importanti esempi dell’architettura gotica dell’Alsazia.

Di grande fascino le due case più antiche della città, edificate durante il Rinascimento: Maison des Têtes oggi è un hotel a 5 stelle, mentre Maison Pfister, simbolo della città di Colmar, è un tipico edificio alsaziano dalla struttura in pietra e legno, il cui nome deriva dalla famiglia che la abitò tra il 1841 e il 1892; la sua caratteristica principale è il tipico “eker”, ovvero la finestra sporgente a due piani, percorsi da balconate che si allungano su entrambe le facciate.
Considerato uno dei "Borghi più belli di Francia", è caratterizzato da case pittoresche le cui facciate colorate sono un perfetto scenario da cartolina. Questo minuscolo villaggio ha ispirato gli illustratori del film “La Bella e la Bestia” di Walt Disney per il villaggio di Belle: le sue viuzze strette e acciottolate, la torre e la fontana, infatti, ti sembreranno familiari!

Qui vivono appena 1200 anime e le colline circostanti sono ricoperte di vigneti: infatti, i suoi vini sono conosciuti e apprezzati nel mondo. Al suo interno racchiude fontane gorgoglianti, botteghe di artigiani ed edifici antichi come la Maison de Hansi, una delle più alte case con facciata a graticcio di tutta l’Alsazia.

Da non perdere il Féerie de Noël, un magico villaggio dedicato al Natale: offre una varietà di oltre 20.000 articoli in esposizione su una superficie di quasi 300 mq. -
L’antica Torre Dolder domina e protegge la città con i suoi 25 metri di altezza e dall’esterno della cinta muraria ha tutte le caratteristiche di un’imponente struttura difensiva con una facciata massiccia e strette feritoie, mentre dall’interno del paese, assume l’aspetto di un’abitazione alta quattro piani con finestre fiorite e decorazioni in legno.
Vivace cittadina dal passato industriale, è senz’altro uno dei luoghi da vedere durante un tour a Strasburgo e dintorni. Terza città più importante dell’Alsazia, vanta un centro storico ricco di antichi edifici affrescati, musei interessanti, ma offre anche la possibilità di ammirare street art e approfittare di un panorama culturale vivace.

Place de la Reunion è il cuore pulsante della città, piazza sulla quale si affacciano gli edifici storici più importanti, l’imponente Cattedrale di Saint-Etienne, mirabile esempio di architettura neogotica: è il più alto edificio di culto protestante di Francia ed è intitolato a Santo Stefano e le antiche dimore dai colori pastello.
strasburgo e dintorni

La Via dei Vini d’Alsazia, lunga 170 chilometri, inizia a Thann e termina a Marlenheim e, percorrendo questo itinerario di grande interesse paesaggistico, tra colline coperte di vigneti, ci si imbatte in piccoli borghi, villaggi tipici e fortezze come il Castello di Haut-Koenigsbourg che domina la pianura alsaziana a più di 750 metri di altezza e si erge orgogliosamente sul comune di Orschwiller.

L’imponente edificio risale al XII secolo ed è stato distrutto e ricostruito diverse volte. Abbandonato dopo il 1633, fu restaurato all’inizio del XX secolo, mantenendo il suo assetto medievale con le doppie mura, il torrione e i bastioni. Il ponte levatoio conduce al cortile interno, dove una scala esagonale permette di arrivare agli appartamenti riccamente arredati, inclusa l'anticamera dell'imperatrice, la stanza dei Lorena e la stanza del Kaiser.

Assolutamente da provare la degustazione dei vini locali in una delle tantissime cantine.

Parti alla scoperta dell’Alsazia con Caldana Europe Travel!

Abbiamo visto perché andare a Strasburgo e in Alsazia durante le feste natalizie è un’ottima idea, grazie alla presenza di mercatini tra i più belli e antichi d’Europa.
Proprio per visitarli e immergersi nella loro magica atmosfera, abbiamo ideato “Tour mercatini di Natale in Alsazia: Strasburgo e Colmar” , ma puoi scegliere anche di partecipare al “Tour Alsazia: Strasburgo, Colmar e Mulhouse” che permette di visitare le due città, percorrere la Via dei Vini Alsaziani, il castello medievale di Haut-Kœnigsbourg e a Riquewihr.

Contattaci per avere maggiori informazioni e personalizzare il tuo viaggio.
 

Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Tour Provenza e Camargue

Tour Provenza e Camargue

I Paesaggi della Provenza e Camargue che ispirarono Vincent Van Gogh

POTRESTI LEGGERE ANCHE...