Proposte di viaggio

Tra Cezanne e mercatini! Ecco cosa vedere ad Aix En Provence e dintorni

Ricca di suggestioni, profumi e sapori: ecco cosa vedere ad Aix En Provence

Elegante e raffinata, Aix-en-Provence è considerata uno delle cittadine più belle e suggestive della Francia meridionale, complice anche il suo legame con Cezanne: il pittore impressionista, infatti, nacque e visse qui per molto tempo e la sua presenza è ancora molto evidente.
L'antica Aquae Sextiae, primo insediamento romano delle Gallie, offre però diversi spunti per vivere un viaggio immersi in un'atmosfera incantata, quasi d’altri tempi.
Scopriamo allora cosa vedere ad Aix En Provence, passeggiando tra le stradine del suo centro storico, ma anche quali sono gli altri luoghi imperdibili della Provenza.

 Cosa vedere ad Aix En Provence, un angolo di magia e charme

Eleganti boulevard con olmi giganteschi, antichi caffè, le belle fontane e raffinati palazzi nobiliari: visitare Aix En Provence significa ammirare tutto lo charme della più profonda Francia del sud, che ha saputo ammaliare generazioni di poeti e pittori, prima fra tutti Cezanne che impresse sulla tela la meraviglia di questo angolo della Provenza.
Se stai sognando di trascorrere qui le tue prossime vacanze, ecco svelato cosa vedere ad Aix En Provence:

Un continuo susseguirsi di piccole piazzette raccolte, vicoletti, ristoranti e negozi: la Città Vecchia è parte più caratteristica, antica e affascinante della città, zona compresa fra Cours SextiusRue Thiers e Cours Mirabeau.
Nella piazza dell’Hotel de Ville si trova la Torre dell’Orologio e, ogni martedì e giovedì, ospita il mercato di fiori: un vero e proprio trionfo di profumi e colori tra le tantissime bancarelle ricolme.

Bellissima anche Place Ramus, con i suoi ristoranti pittoreschi, perfetta per una cena romantica, mentre Place des Cardeurs è il centro nevralgico delle serate universitarie. Da non perdere, poi, anche Place d’Albertas, circondata da eleganti edifici barocchi e rococò ed edificata nel 1745 per volontà del marchese d’Albertas secondo lo stile delle piazze reali parigine e abbellita dalla sua magnifica fontana
Lunghissimo viale che divide la città nuova dalla vecchia e rappresenta uno dei punti nevralgici della città, da percorrere con calma, gustandosi la tipica atmosfera provenzale, rilassata e solare.

Nella parte bassa c’è la La Rotonde, la grande fontana costruita nel 1860 all’ingresso della città e sul lato destro l’emblematico Hôtel Maurel-de-Pontevés con il balcone retto dai due atlanti, simbolo del barocco di Aix.

Il viale è adornato da palazzi signorili, c’è poi anche la fontana dei Nove Cannoni e la fontana dell’acqua calda, nella quale sgorga acqua a 34 gradi.

Gioiello dell’arte romanica, si distingue soprattutto per il meraviglioso portale in stile gotico fiammeggiante della facciata e per l’incantevole chiostro romanico che custodisce al suo interno.
Quando la luce si riflette e s’insinua fra le colonne, si intuisce perfettamente il grande fascino che la Provenza ha avuto su artisti e pittori.
Sembra che il celebre pittore impressionista sia appena uscito. Tutto, infatti, è rimasto uguale a come lo ha lasciato nel momento della sua morte: pennelli, cavalletti, libri e altri oggetti personali sono lì a raccontarci qualcosa di lui.
L’atelier è un padiglione con giardino che il pittore si fece costruire dopo la morte della madre e nel quale ha trascorso buona parte della sua vita dipingendo le Grandi Bagnanti.

Una grande vetrata occupa un’intera parete e inonda lo studio di luce.
Facendo pochi passi all’esterno si ammira la montagna di Sainte Victoire, uno dei soggetti preferiti da Cézanne, anzi, la sua ossessione pittorica, che immortalò infinite volte, in diverse condizioni atmosferiche, di luce e atmosfera.

Fatto costruire dal fratello del più famoso cardinale francese, questo quartiere è caratterizzato da una progettazione urbana più razionale e da splendidi palazzi del XVII e XVIII secolo, come l’Hotel de Forbin risalente al 1656 e l’Hotel de Marignane.

L’angolo più famoso è però quello che ospita la Fontana dei Quattro Delfini, circondata da splendidi palazzi signorili dalle facciate riccamente decorate.

Aix En Provence e dintorni: cosa vedere tra campi di lavanda e villaggi pittoreschi

Abbiamo scoperto cosa vedere ad Aix En Provence, ma questa regione della Francia riserva moltissime altre sorprese, così come Moustiers Sainte Marie, pittoresca cittadina situata tra due speroni rocciosi.

Bellissimo anche l’altopiano di Valensole, nel quale in estate i campi sono coperti da distese fiorite di lavanda alternati al biondo dorato del grano e dei girasoli, offrendo alcuni dei panorami più scenografici al mondo. Qui è possibile anche visitare dei laboratori artigianali che preparano il prezioso olio di lavanda.
Imperdibile poi quella che è diventata l’immagine iconica della Provenza, ovvero l’Abbazia di Nôtre Dame de Sénanque, immersa nei campi di lavanda, fondata nel lontano 1148 e vero capolavoro dell’architettura cistercense.

Tra i luoghi da vedere in Provenza annoveriamo senza dubbio Gordes, il villaggio del Luberon che ospita il maestoso castello,  caratterizzato da stradine in pietra e divenuto famoso anche perché è stato il set del film “Un’ottima annata”.

Come non citare poi Avignone?  Antica sede papale, all’interno delle sue mura trecentesche è possibile ammirare il Palazzo dei Papi in stile gotico dove vissero ben nove Papi dopo il trasferimento della sede pontificia in Francia nel 1309.

La Bassa Provenza comprende poi una piccola porzione di terra ai confini del mare, sembra un universo parallelo, ma a essa infinitamente complementare: la Camargue, conosciuta per la sua natura selvaggia e incontaminata, composta da distese di sabbia, paludi, stagni e risaie.
Qui è possibile ammirare fenicotteri rosa che camminano leggiadri nell’acqua al tramonto rosso acceso, tori indomiti che pascolano nella brughiera e cavalli bianchi che vivono allo stato brado.

Suggestivo Les Saintes Maries de La Mer, luogo di pellegrinaggio dei gitani e Aïgues Mortes, borgo fortificato medievale definito “la porta della Camargue”. 

Per proseguire sulle orme dei pittori impressionisti, una tappa d’obbligo è Arles, indissociabile da Vincent Van Gogh: la luminosità ed il colore dei paesaggi lo ispirarono per dipingere capolavori come “Notte Stellata, “Caffè di Notte” e La Casa Gialla”.  La città poi, è famosa per la ricchezza del suo patrimonio antico e per i monumenti iscritti nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco. 

Come visitare la Provenza e la Camargue in un tour?

Partendo da Aix En Provence i luoghi di interesse da vedere sono davvero tantissimi e noi ne abbiamo citati solo alcuni tra quelli che è possibile ammirare grazie ai nostri tour. Il tour “I sentieri della Lavanda, per esempio, prevede piacevoli escursioni lungo le Strade della Lavanda nella regione del Verdon e Avignone.

Il tour “Provenza e Camargue”, invece, porta alla scoperta delle tre regioni più poetiche della Francia: Camargue, Provenza e Costa Azzurra. Dopo aver scoperto cosa vedere ad Aix En Provence ci si immerge nell’atmosfera aspra e selvaggia del Camargue per poi concludere il viaggio a Nizza, cittadina meravigliosa della Costa Azzurra.
Per avere maggiori informazioni anche sul tour di solo Aix En Provence, contattaci e personalizza il viaggio come desideri.




Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
I Sentieri della Lavanda

I Sentieri della Lavanda

Verdon, Luberon e Vaucluse