Proposte di viaggio

Vienna e dintorni: i luoghi da non perdere nel cuore nobile d'Europa

Tra balli a suon di valzer e fasti! Ecco cosa vedere a Vienna e dintorni

Per secoli è stata la “casa” dei sovrani dell’Impero Austro-Ungarico e ancora oggi è in grado di evocare lo sfarzo di un tempo: Vienna, capitale della Repubblica Federale Austriaca, è una città accogliente, piena di vita e tradizioni, nella quale è possibile ammirare opere di Schiele e Klimt, antiche residenze reali e passeggiare nel meraviglioso centro storico, Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Vienna poi, si trova nel cuore dell’Europa, in posizione eccellente per fare delle gite fuori porta nelle città vicine, sia in Austria che in altri stati. Da qui, è addirittura è possibile raggiungere facilmente molte città dell’Europa dell’Est!

Le cose da fare e vedere a Vienna e dintorni, quindi, sono tantissime: andiamo a scoprirle insieme!

Cosa fare a Vienna e dintorni tra città, natura, arte e innovazione

Vienna non ha bisogno di presentazioni, ma anche le zone limitrofe alla capitale sono degne di nota; ospitano, infatti, città importanti e una natura rigogliosa, dove godere di aria pulita, praticare sport d’acqua, fare trekking e visitare antiche fortezze.
Ecco cosa è impossibile perdersi:
L’offerta culturale e artistica di Vienna è immensa, talmente ampia che sarebbe impossibile offrire una lista completa ed esaustiva sulle cose da vedere nella città della Principessa Sissi.

Uno dei luoghi simbolo della città è proprio il Palazzo Imperiale nel quale visse la famosa nobildonna, meglio noto come Hofburg Palace, oggi residenza ufficiale del Presidente della Repubblica d’Austria. Considerato una “città nella città” per la sua estensione (240 mila mq), è l’emblema della regalità viennese ed è formato da un complesso di edifici di epoche diverse, tra cui la Biblioteca nazionale austriaca e gli Appartamenti Reali.

Maestosa anche l’antica cattedrale, ovvero il Duomo di Santo Stefano, capolavoro dell’architettura gotica: il suo tetto è formato da 250.000 tegole colorate che disegnano lo stemma austriaco e l’elegante campanile, chiamato affettuosamente Steffl (Stefanino) svetta con la sua guglia affusolata. 

Gli amanti dell’arte troveranno a Vienna un vero paradiso: il Museo di Storia dell’Arte di Vienna è uno dei più importanti al mondo per il valore delle sue opere, tra le quali annoveriamo la “Madonna nel verde” di Raffaello, la “Madonna del Rosario” di Caravaggio, “Elena Fourment” di Rubens e diverse opere di Rembrandt.

Il Museo dell’Albertina, invece, custodisce opere di artisti come Michelangelo, Picasso, Chagall, Monet, Cézanne, Mirò, Warhol, solo per citarne alcuni. Presso una delle residenze principesche più belle, il Castello del Belvedere, si trova poi il museo che ospita le opere di Renoir, Schiele e il famosissimo “Bacio” di Gustav Klimt.
Imperdibile il Castello di Schönbrunn, il più famoso tra i palazzi imperiali austriaci e  uno dei complessi barocchi più belli d’Europa. Sontuosa residenza estiva degli Asburgo, è circondato da un vasto parco e nei suoi appartamenti visse anche l’imperatrice Maria Teresa.

Durante il periodo dell'Avvento poi, la città si trasforma in un vero e proprio “Paese del Natale”: sono infatti diversi e famosi i mercatini di Natale a Vienna, ma è particolarmente suggestivo quello di Rathausplatz, con 150 bancarelle contornate da splendidi palazzi e alberi di Natale addobbati e illuminati.

Si trova al confine con l’Italia ed è sinonimo di neve, montagne e sport invernali. Innsbruck ha però molto da offrire anche dal punto di vista dell’arte e della cultura.
Tutto gira intorno a Maria-Theresien-Strasse, la strada che da 700 anni è il fulcro della vita cittadina: lungo il cammino emergono chiese grandi e piccole, piazzette, facciate di palazzi e angoli incantevoli. Bellissimo il Duomo di San Giacomo, opera d’arte di perfezione assoluta, ma è imperdibile anche l’Arco di Trionfo, fatto costruire da Maria Teresa d’Austria nel 1765 per celebrare le nozze del figlio, l’Arciduca Leopoldo. 

Tra i palazzi spiccano le 2.657 tegole di rame dorato del tettuccio dorato di una loggia, simbolo di Innsbruck costruito tra il XV e il XVI secolo. Sotto il tettuccio ci sono gli stendardi dell’Austria e del Tirolo, affreschi e rilievi con scene di danza e di corte e, tra le decorazioni, potresti anche scorgere un fondoschiena!

Maestoso il Palazzo Imperiale di Innsbruck, residenza dei conti del Tirolo, con i suoi quattro piani, che si estende su 5 mila mq e comprende 30 appartamenti privati.

Tra i luoghi da vedere in Austria, non può mancare questa città che affascina come poche altre. Adagiata sulle rive del fiume Salzach e incorniciata dalle montagne, Salisburgo sembra uscita da una fiaba.

La fortezza di Hohensalzburg domina sui tetti e sulle guglie del centro storico, dichiarato nel 1997 Patrimonio dell’Umanità e piccolo gioiello architettonico impreziosito da piazze, palazzi e chiese in cui risplende tutto lo stile barocco.

Il Duomo è l’edificio sacro più importante, caratterizzato dalla cupola ottagonale e dalle torri gemelle. In centro spicca La Residenz, edificio simbolo del potere dei principi arcivescovi di Salisburgo che è anche la patria di Mozart: qui, infatti, è possibile visitare la casa nella quale nacque e trascorse i primi 17 anni di vita, trasformata in museo che custodisce ritratti, cimeli di famiglia e alcuni strumenti utilizzati dal compositore.
Il land alpino dell'Austria meridionale ha una ricchezza inestimabile: specchi d’acqua cristallini circondati dalle Alpi, nei quali immergersi per una pausa relax.
Il lago Fuschlsee è diventato celebre in tutto il mondo come sfondo scelto per la trilogia dei film dedicati all’Imperatrice Sissi, il lago Wolfgangsee è ideale per gli sport acquatici, oppure per un’escursione in battello, mentre Felsenbad Faistenau è una piscina naturale incastonata tra rocce e ciottoli.

Meraviglioso anche il lago Zell am See, da cui godere una vista impareggiabile delle valli sottostanti. Consigliata una sosta nelle pittoresche località di St. Gilgen e St. Wolfgang, dove si trova la locanda “al Cavallino Bianco”, famosa grazie all’omonima operetta.
In un viaggio a Vienna e dintorni, sarebbe un peccato non visitare il capoluogo dell’Alta Austria che sorge sulle rive del Danubio: Linz.
L’acciaio ha segnato lo sviluppo di questa città: infatti, il Danubio che l’attraversa, le miniere della Stiria e i collegamenti con Vienna (che dista meno di 200 chilometri), fanno di Linz lo snodo perfetto per la metallurgia.

Qui è quindi possibile visitare il Museo dell’Acciaio, ma la sua produzione è solo una parte della sua essenza. L’Unesco l’ha infatti inserita nella rete delle Città Creative come “Città delle arti dei media” e, infatti, qui si trovano alcuni dei musei più innovativi del mondo per l’architettura e il concept, come il Lentos d’arte moderna e l’Ars Electronica Center

Ci troviamo sempre in Alta Austria, precisamente a 70 km da Vienna, lì dove il paesaggio è caratterizzato da vigneti terrazzati lungo ripidi pendii, piccoli villaggi, chiese fortificate e castelli.

La Valle del Danubio, a buona ragione, è considerata la più spettacolare delle regioni austriache, ricca sia dal punto di vista culturale che naturale. Qui sorgono pittoresche le cittadine di Dürnstein e Krem, dove ammirare la Steiner Tor, l’unica superstite delle antiche porte cittadine.

Sulla sponda meridionale del Danubio, sorge poi la cittadina di Melk, famosa per la sua abbazia Benedettina: dichiarata patrimonio storico-culturale dall’Unesco, risale al XVIII secolo ed è nella sua biblioteca, nel famoso libro “Il nome della Rosa” di Umberto Eco, che il novizio benedettino Asdo Melk lascia il manoscritto, fulcro del romanzo!

Non è un caso che l’autore abbia scelto questo luogo: la biblioteca, infatti, era una delle più famose nel medioevo. L’imponente architettura odierna dell’abbazia è però barocca e risale alla ricostruzione avvenuta tra il 1702 e i 1736. Tuttavia, la biblioteca rimane comunque una delle più suggestive d’Austria e del mondo e custodisce ancora oggi circa 1800 manoscritti medievali.

Come visitare Vienna e dintorni con un tour?

Abbiamo fatto un breve excursus sulle bellezze che offre questo territorio, ricco di altri tesori tutti da scoprire. Grazie al nostro tour “Meraviglie d’Austria” potrai vivere l’emozione di visitare a fondo Vienna e dintorni, contando sempre sulla presenza di una guida turistica certificata, in grado di svelarti ogni curiosità e informazione su questa splendida e affascinante area d’Europa.

Come avviene per tutti i nostri tour, potrai personalizzare il tuo itinerario come desideri e pianificare il viaggio dei tuoi sogni senza perderti nessuna tappa. Contattaci e prenota il tuo posto!


Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Salisburgo e la Regione dei Laghi

Salisburgo e la Regione dei Laghi

POTRESTI LEGGERE ANCHE...