Sicurezza COVID Sicurezza COVID

Proposte di viaggio

Dalla Valle della Dordogna a Perigord: un tour nella Francia nascosta

Un tuffo in un lontano passato! Ecco cosa vedere tra la Valle della Dordogna e l’Occitania

C’è un angolo della Francia un po’ nascosto, dove il tempo scorre lentamente e che custodisce tesori preistorici e medievali, grazie a grotte ornate, pitture rupestri, splendide dimore dall’atmosfera mistica e natura incontaminata: stiamo parlando de la Dordogne Périgord, soprannominata “la regione dei mille e uno castelli”. Si tratta di una zona d’oltralpe ricca di costruzioni che hanno attraversato i secoli e che raccontano stravolgimenti e aneddoti del territorio.

Andiamo allora alla scoperta della Valle della Dordogna che, con l’Aveyron, conta molti villaggi classificati come “Plus Beaux Villages de France” (i più belli della Francia), e si contraddistingue per le sue meraviglie naturalistiche e storiche. 

I luoghi da non perdere nella “regione dei mille e uno castelli”

Valle Della Dordogna


La Dordogne Perigord è un territorio che rispecchia la quintessenza della Francia, con i suoi prati verdi, i vigneti che abbracciano i castelli, le aziende agricole e i borghi fortificati di pietra color miele.

All’interno di questo paesaggio ondulato, scopriamo cosa vedere in Dordogna, con un tour che passa per il Périgord Nero, una regione rurale, verde e lussureggiante quanto tranquilla.

La Dordogna Périgord, che prende il doppio nome dal fiume che l’attraversa, è costellata di borghi, castelli e fortezze la cui storia è legata alle vicende della Guerra dei Cent’anni.

Tra le cittadine più affascinanti c’è Sarlat La Canéda: dopo il tramonto qui, le romantiche lampade a gas dall’aspetto retrò gettano una luce d’oro per le strade medievali creando un’atmosfera unica. Situata nel cuore del Périgord Nero, Sarlat si è sviluppata nei secoli attorno alla Cattedrale di San Sacerdos, abbazia benedettina di origine carolingia. Scenografica la piazza centrale Place du Peyrou e bellissimo il centro storico ricco di stradine pittoresche, palazzi gotici e rinascimentali, come palazzo Vassal e palazzo Magnanat.

Da non perdere il caratteristico mercato di Sarlat, uno dei più famosi della regione, nel quale è possibile perdersi tra banchi di legno colmi di frutta, verdura, ma soprattutto foie gras e tartufi.

Tra le tante fortezze della Valle della Dordogna, impossibile perdere il Castello di Castelnaud, antico baluardo situato nella città di Castelnaud-la-Chapelle, che fronteggia la fortezza di Beynac, sua eterna rivale, e i Giardini Marqueyssac, che regalano uno splendido panorama.

Cosa vedere in Dordogna tra storia e tradizioni…

Da qui è possibile intraprendere una crociera sulla Dordogna in “gabarre”, la tradizionale imbarcazione utilizzata un tempo per il trasporto delle merci, e poi raggiungere Roque Gageac, un villaggio pittoresco che sorge ai piedi di una grande falesia, nella quale si può assaporare l’atmosfera più autentica di questa regione, con il suo lungomare, un agglomerato di pietra medievale.

Valle Della Dordogna


Un'altra meraviglia che offre la Valle della Dordogna sono le Grotte di Lascaux. Scoperte casualmente nel 1940, sono considerate fra le più belle al mondo per la bellezza dei dipinti rupestri e definite “la Cappella Sistina della Preistoria”. Nonostante siano state chiuse al pubblico per preservarne le pitture, queste possono essere ammirate grazie ad una riproduzione perfetta e fedele della grotta originale.

Parti per un tour tra Dordogna e Occitania!

Abbiamo visto cosa vedere in Dordogna tra bellezze storiche, culturali e naturali, ma noi di Caldana Europe Travel abbiamo ideato un tour che attraversa la Dordogna, ma anche alcuni luoghi magici dell’Occitania, per visitare la Francia scoprendo alcuni dei suoi mille volti.

Il nostro tour “Dordogne e Perigord”, infatti, prevede delle tappe anche a Montpellier, vivace città universitaria fondata nel Medioevo e famosa per la cattedrale di Saint-Pierre, e Carcassone, cittadella medievale di origine romana, iscritta dall’Unesco nel Patrimonio dell’Umanità, con un ruolo fondamentale all’epoca delle crociate.
Prima di addentrarci nel cuore della Valle della Dordogna è prevista la visita dell’antico centro di Cahors: adagiato in una penisola sulle rive del fiume Lot. Questo luogo ospita Ponte Valentré, uno dei rari ponti fortificati di origine medievale ancora esistenti in Europa e costruiti nel XIV secolo. Simbolo indiscusso della città, nonché riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, questo edificio fortificato è dotato di pignoni e da tre torri, una caratteristica che lo rende unico al mondo. Nell’animato centro storico poi, c’è la cattedrale di Saint- Étienne, sormontata da due cupole, arricchita da uno stupendo portale romanico con timpano scolpito.

Valle Della Dordogna


Prima del rientro a Genova, il nostro tour si ferma anche in un altro meraviglioso borgo medievale dell’Occitania, Rocamadour, città sacra di devozione mariana, arroccata sul massiccio di una falesia calcarea. Ci troviamo qui nel dipartimento di Lor, celebre per i suoi santuari, in particolare quello della Madonna Nera, una delle località più visitate della Francia.

Impossibile poi non prevedere una sosta ad Albi, che vanta un centro storico Patrimonio dell’Umanità UNESCO ed è dominata dalla Cattedrale Sainte Cécile e dal Palais de la Berbie, ma anche a Tolosa, che riunisce storia, gastronomia, sport e tecnologia avanzata in un'unica graziosa città affacciata sulle rive della Garonna. 

Per scoprire tutti i dettagli dei nostri tour e prenotare il tuo posto, contattaci e personalizza la tua esperienza come preferisci.

Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Gran Tour Normandia e Bretagna

Gran Tour Normandia e Bretagna

POTRESTI LEGGERE ANCHE...