Proposte di viaggio

Nella terra dei vampiri: cosa vedere in Transilvania

Castelli tenebrosi e città romantiche: ecco cosa vedere in Transilvania

Il suo nome letteralmente significa "zona oltre la Foresta", che preannuncia già quanto magica e tenebrosa sia: stiamo parlando della Transilvania, la più occidentale delle tre regioni storiche che formano la Romania.

Il vero tesoro di questa terra, che subito richiama alla mente il Conte Dracula, il vampiro nato dalla penna di Bram Stoker, è la sua ricchezza culturale, artistica e paesaggistica.  Qui, ai piedi dei Carpazi, è infatti possibile lasciarsi incantare da boschi, montagne, grotte, città medievali, palazzi barocchi e castelli tenebrosi, ma ovviamente anche dai luoghi simbolo legati alla leggenda di Dracula.

Andiamo allora a scoprire nel dettaglio cosa vedere in Transilvania, tra campagne rurali e ambientazioni horror!

6 luoghi da vedere in Transilvania

1. Sibiu

Designata Capitale Europea della Cultura nel 2007, Sibiu è una delle città più turistiche, a buon ragione, della Romania. Fondata nel lontano 1190 dai Sassoni su un antico insediamento romano, è divisa tra Città Bassa e Alta, quest’ultima caratterizzata da strade strette e ripide, sulle quali si affacciano palazzi dai tipici tetti a timpano.

Passeggiando s’incontrano le tre piazze, tra le quali Piazza Grande, che ospita la chiesa barocca, la Torre del Consiglio e Palazzo Brukenthal, in stile tardo barocco. La città Bassa, invece è più rustica e collegata alla parte superiore con il Ponte delle Bugie, in ferro battuto della Romania.

2. Biertan 

È un piccolo villaggio caratterizzato da due anime, quella di campagna da un lato e dall’altro quella horror dei suoi edifici gotici. Non a caso, infatti, qui in estate si tiene il festival di film horror (Full Moon Festival) e sono stati girati diversi film del genere. Inoltre, a Biertan si trova una delle più belle chiese fortificate in stile gotico della Transilvania, cittadella fortificata, legata anche ad una curiosità: nella Torre della prigione, le coppie che volevano divorziare erano trattenute in una piccola stanza per due settimane nel tentativo di farle riconciliare.

3. Il Castello dei Corvino

Il Castello dei Corvino è considerato una delle sette meraviglie della Romania grazie alla sua particolare struttura che richiama i castelli delle fiabe o delle saghe fantasy.  Si trova nel bel mezzo di Hunedoara (una cittadina che non offre molto) e appare come una solida e imponente fortezza, saldamente incastonata su una roccia e circondata da un fossato in cui scorrono placide le acque del fiume.
Una volta varcato il portone, si passa per le prigioni che ospitano anche un piccolo museo delle torture, dove pare sia stato imprigionato anche il temibile Vlad Tepes l’Impalatore.

4. Brasov

Visitare la Transilvania senza prevedere una sosta a Brasov sarebbe davvero un peccato: si tratta della più grande e moderna città della regione, che è comunque una cittadella fortificata con le sue spesse mura di cinta e stradine strette. Splendide le torri di avvistamento medievali e le chiese gotiche, come la famosa Chiesa Nera, ma ancor più affascinante il fitto bosco che circonda Brasov, nel quale poter fare trekking.
Interessante anche il Museo della Chiesa di San Nicola, che conserva importanti manoscritti del XV e XVI secolo

5. Sighisoara

Caratteristica, accogliente e molto romantica: Sighiosara con le sue vecchie casette colorate, le stradine strette acciottolate, le corti appartare e le 9 torri di difesa è il luogo ideale per trascorrere un week end tranquillo, ma anche la città natale di Vlad III di Valacchia, ovvero Dracula. 

Vero e proprio gioiello di architettura medievale e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, permette di ammirare la Torre del Consiglio al punto d’ingresso della Cittadella, alta 64 metri e visibile quindi da ogni angolazione.

Imperdibile la casa di Dracula, ovvero il luogo nel quale, secondo la leggenda, visse con il padre Vlad Dracul, che si mostra nella sua antica struttura in pietra al numero 1 di Via Tin, e che oggi ospita il Museo delle Armi.

6. Il Castello di Bran o di Dracula

Il più piccolo e forse più turistico paese della regione. Nella lista del “cosa vedere in Transilvania”, infatti, difficilmente manca il famoso castello che ha ispirato Stoker nella stesura del romanzo “Dracula”.

Al Castello di Bran sono associate molte storie inquietanti, che lo rendono ancora più affascinante e misterioso. La dimora del Conte Dracula, si trova in una posizione strategica, che permetteva di vegliare da entrambi i lati della vallata e anche la scoscesità delle pareti del picco roccioso su cui sorge è sempre stata una naturale barriera difficile da affrontare da parte degli invasori, quindi Bran divenne un importante punto strategico già ben prima della nascita della Romania.

Oggi, il Castello di Dracula è anche una sorta di villaggio dei divertimenti, con bancarelle di souvenirs e negozietti di prodotti tipici.

Come visitare la Transilvania con un tour organizzato?


Sicuramente il periodo che va da maggio a settembre è il migliore per visitare la Transilvania, anche se in inverno la neve disegna un vero e proprio paesaggio da cartolina.

Se però vuoi approfittare della bella stagione e viaggiare in totale sicurezza e relax, scegli tra le diverse date di partenza del nostro Transilvania e Dracula Tour, disponibile in formula TuttoBus, Solo Tour e Volo+Bus, per andare incontro a tutte i tipi di esigenze.

Non perdere l’occasione di provare il viaggio in pullman Gran Turismo, sicuramente il mezzo migliore per ammirare il magnifico paesaggio della Transilvania e che ti permetterà di avere sempre a disposizione un accompagnatore e una guida turistica del luogo.
Scopri di più contattando il nostro staff!




Redazione Caldana Travel

Condividi l'articolo
Facebook Twitter LinkedIn WhatsApp
TI CONSIGLIAMO...
Castelli di Transilvania e Monasteri della Bucovina

Castelli di Transilvania e Monasteri della Bucovina

Tour Escorted con Partenze Garantite - Esclusivo Caldana Europe Travel

POTRESTI LEGGERE ANCHE...